Duo. Voce femminile, autore e polistrumentista maschile. Testi in inglese. Tra il rock e molte altre influenze. Scientemente "average".

I Toygrace si sono formati a Roma nell'estate del 2009, dall'incontro di Ema e Laura. Il progetto è nato senza l'intento preordinato di seguire un genere o un filone musicale. Semplicemente, Ema ha deciso comporre una musica che, per la prima volta, rappresentasse la sua "reale" espressione, non preoccupandosi minimamente di ciò che sarebbe avvenuto in seguito, della categoria in cui si sarebbe inserita la sua musica e di ciò che la gente avrebbe potuto sentirci. Laura è stata sin dall'inizio entusiasta del progetto ed è divenuta, in maniera estremamente naturale, la voce delle sensazioni contenute in quella musica.
Abbiamo scelto il nome "Toygrace" perchè eravamo rapiti dall'idea della "grazia", qualcosa che cerchiamo sia nella musica che nella vita, ma che siamo lontanti dal raggiungere; il "toy" serve a non prendere la "grazia" troppo sul serio... in fondo è tutto un gioco da bambini. "Average songs", il titolo del nostro debutto, è arrivato pressoché nello stesso modo. Il nostro è un lavoro molto personale ed emotivo, in cui confidiamo molto, è intimo, delicato e fragile. Forse avremmo dovuto intitolarlo "il nostro dolce-amaro struggimento interiore", ma non se ne parla! Ci sentiamo "average", così comuni, e crediamo che questa sia la realtà un po' di tutti. Perciò, "Average Songs", "canzoni nella media". Alla fine ci direte voi se avevamo ragione o torto. (da www.toygrace.com)