musica non ortodossa improvvisata

TRIOCLIT Quasi a suggerire il nome per uno spray antisettico che disinfetti dalla piaga degli "indie-rockers", nasce da una manciata di costole dei Diane and the shell e si inserisce nel mondo dell'impro/jazz/rock/post-punk/sbreghis-noise, il distortissimo, misoginissimo e armonicissimo TRIOCLIT. TRIO perchè in 3. Oggi Trioclit è un apparato escretore centrale per ogni musicista/entità artistica bistrattata sotto cui ritrovarsi alla ricerca della possibilità di esprimersi/emettere suoni/disturbare il vicinato. Ti garba l'idea? Contattaci. CLIT perchè l'improvisazione che ci ispira è dettata dallo stesso stupore che ogni uomo affronta nell'incontrare un nuovo clitoride da soddisfare. Così come da sempre ogni maschio umano alle prese con un nuovo Clit cerca di inventare nuove strategie di conquista orgasmico-clitoridea con il canovaccio dettato dalle proprie esperienze sessuali, il Trioclit affronta ogni palco e ogni pubblico basandosi sulle proprie esperienze musicali, affrontando di volta in volta nuovi assordanti suoni mischiando sacro e profano, il post punk al noise, passando tra echi di melodie (e armonie) nazionalpopolari intervallate da discorsi elettorali ancora da scrivere, poesie che meritano la censura prima ancora di essere pensate, e momenti di relax post-space-rock orgasmico che vengono bruscamente interrotti da inserti jazz-noise cercando di trasporre in musica quella becera brutalità tipica degli abitanti del Mezzogiorno italiano. Chitarre, basso, batteria, percussioni varie e tastierine per far male ai timpani e per dissacrare i clichè di ogni genere musicale. (Situazionismo puro). ---------------------------------------------------------------------- i Trioclit sono:
Emanuele Venezia > Guitar,Keyboards,
Giuseppe Schillaci > Bass, Keyboards,
Alex Munzone > Drum, Percussion, Glockenspiel, Whistle

Hanno preso parte in Trioclit: Elisa(drum), Cristoforo(sax), Andrea(performance), Antonio(drum), Attilio(bass).

Contacts & Booking: trioclit@gmail.com