Da wikipedia ..."l'effetto tunnel è un effetto quanto-meccanico che permette una transizione ad uno stato impedita dalla meccanica classica" Solo 15 mesi separano il più "giovane" dal più "anziano" del gruppo … abbiamo iniziato ad ascoltare musica e a strimpellare i nostri primi accordi sulle chitarre nel periodo di esplosione del rock anni 80, in pieno post punk, dark e musica elettronica …dopo pochi anni il Live Aid celebrava la musica pop e rock….il tutto condito dalla onnipresente musica italiana dei cantautori…quelli seri... Il ritorno alle origini del rock ci è stato assicurato dalla disponibilità dei dischi delle sorelle e dei fratelli ed è così che abbiamo trascorso giornate intere ad ascoltare cassette spesso smagnetizzate ed lp altrettanto spesso graffiati. Negli anni 90 il grunge americano ci ha entusiasmato…dall'Inghilterra i Radiohead per un po' ci hanno fatto credere che, con loro, la musica rock avesse raggiunto il culmine ...dopo aver ascoltato tanto abbiamo provato a descrivere le sensazioni a modo nostro …qualche giorno fa, ad un seminario, ho avuto modo di leggere una citazione di Ugo Foscolo (!!): l'arte non consiste nel rappresentare cose nuove ma nel rappresentare con novità" … ce l'abbiamo messa tutta! Ora basta! Facciamo nomi e cognomi!! Questo è il MANIFESTO dei Tunnel Fx (…e non c'è niente da ridere!!!) Noi ci piacciono: I POLICE, senza se e senza ma… I U2, tutto compreso… I RADIOHEAD, anche le demo…. I DEPECHE MODE, da Never Let me Down e Music for The Masses in poi… I BEATLES, in ispecie Sgt. Pepper's e White Album…anche se sappiamo a memoria anche il resto.. NIRVANA, che peccato… THE CLASH, che capata … Specialissimo sentimento per: WHO KING CRIMSON NEIL YOUNG DOORS CURE gli italici SUBSONICA Altri gruppi e personaggi famosi a cavallo degli anni '60/'70: PINK FLOYD, GENESIS, per non fare dispiacere il Mancu RED HOT CHILI PEPPERS, per non fare dispiacere il T-Rex BRUCE SPRINGSTEEN per non far dispiacere l'Orli ...chissà quanti artisti non abbiamo citato, artisti dei quali, magari, non amiamo le intere discografie, ma tanti brani si! Missing over you, Il nostro CD .... Chi ci conosce bene non se ne meraviglierà, ma potrebbe sembrare strano che si debba arrivare alla soglia dei quarant'anni per fare uscire un cd. La verità è che l'ispirazione si è concentrata negli ultimi anni, come una pausa di riflessione, una meditazione non sulla vita ma sulle nostre vite, che forse credevamo più semplici. Allora ci è sembrato che la musica fosse una risposta, una delle tante risposte, ma certo la nostra risposta. Perché siamo convinti che la musica nasca dal disagio, dal senso di inadeguatezza, spesso dal dolore e dalla sofferenza, dalla stonatura con tutto ciò che ci viene messo davanti come buono, sano, normale o semplicemente inevitabile. E' da queste crepe, da queste scollature tra noi e il contenitore in cui viviamo che viene fuori un accordo, un verso, qualche volta una melodia, qualche altra una dissonanza. …..non c'è neanche una parola sull'amore, che pure attraversa tutto il cd. Semplicemente non ce n'è bisogno, perché è la trama costante, l'orditura regolare o lacerata, nel bene e nel male Il gruppo nasce nel gennaio 2005. Fino a quel momento i quattro, tutti napoletani, propongono, molto attivamente nel circuito napoletano, un repertorio di cover rock british anni 80 e 90. Quasi per scherzo, il gruppo inizia ad arrangiare alcune idee proprie ...dopo poco, il coinvolgimento è tale che le serate come cover band vengono immediatamente sospese per dedicarsi ad un'intensa attività di produzione. L'influenza del rock anglo-americano è tale da spingere la band a scrivere canzoni con testi in inglese. Nel 2006 il gruppo, con il nome di Close End Counters, scrive la colonna sonora del corto-metraggio Anime Nere, di Claudio Gargano, regista napoletano. Il cortometraggio partecipa a diversi festival in Italia, riscuotendo un discreto apprezzamento, oltre che per la regia curata e intrigante, anche per le musiche. La collaborazione con Claudio proseguirà con la realizzazione di alcuni video clip. Nel 2008 si concludono le registrazioni del primo cd dei TunnelFX, curate da Salvio Vassallo, noto batterista, arrangiatore e compositore napoletano. La collaborazione con Salvio consente al gruppo di aggiungere alle 14 tracce del disco sonorità elettroniche e di enfatizzare gli aspetti migliori delle composizioni. Il mastering curato da Bob Fix completa un lavoro durato diversi mesi. La band è attualmente è sotto contratto per la distribuzione digitale con la Primula Records, etichetta, con sede a Voghera, strettamente collegata alle Edizioni PA74. Il cd è stato comunque stampato. E' possibile ordinarlo via mail. Sarà comunque reso disponibile durante i prossimi concerti della band