La prima formazione degli Uplift risale all'estate del 2005, quando il chitarrista Giacomo Braida, al tempo detto covo, oggi "el rasto", diede origine al gruppo insieme al batterista Francesco Zonca, "toro", e il chitarrista Carlo Seffino, "sex". In seguito si aggiungeranno Michael Magrino (basso e voce) detto mike, oggi "el bafo", e Francesco Imbriaco (tastiere e voce) detto snake, oggi "el alto". Nel 2007 il gruppo sembra aver raggiunto la formazione definitiva, con l'aggiunta del virtuosista Giovanni Bellana (chitarra solista), detto giò wawa. Ad aprile gli Uplift entrano in studio per registrare il loro primo disco, In Love of the Impossible, 13 brani registrati dal vivo all'AVF studio di Francesco Comelli. Nell'autunno del 2008 il gruppo deicide di registrare un secondo album, che verrà poi intitolato "Splash", presso il Master Studio di Massimo Passon. Questa volta però il lavoro è più accurato e si protrae fino all'estate del 2010, quando finalmente vengono messe a punto le ultime modifiche. Il disco include cinque brani ripresi dal primo album , e dieci brani inediti; un valore aggiunto è la bellissima voce di Elisa Giorgiutti nel pezzo "This is my last Goodbye". Dopo la registrazione del secondo album sembrano mancare motivazioni e nuove idee, ed il batterista "toro" lascia il gruppo per seguire altri progetti, così a settembre si unisce agli Uplift Alberto Corredig, detto "el flash", che contribuisce all'evoluzione del sound verso nuove sfumature ska-reggae.