Valentina Lupi - Testo Lyrics Come Scriveva "Benni"

Testo della canzone

Stanotte ho visto cose che non mi appartengono
scimmie mutanti, chitarre su palchi di fieno
li chiamano dei della musica ma sono gnomi
signori dei muschi, acquitrini
si sciacquano le coscienze con un buon whiskie al bancone del bar

come scriveva Benni i duchi della cultura
adulavano i peggiori perché dei migliori avevano paura (x2)

Io mi sento libera di poter parlare senza pensare di dover vestire la
tunica e la maschera.
e i miei compagni di sempre mi sono accanto anche se mi perdo, io li sento
i miei occhi vedono tutto, vedono al buio, vedono musica (x2)

stanotte ho visto corpi a soprammobile e servi che si lavavano il sangue
sputandosi addosso
lo gnomo di turno ha un cefaloematoma, ma ha scritto un omaggio alla
noia che lo terrà in vita, che lo renderà immortale fra i combattenti
dell'esercito letame

come scriveva Benni i duchi della cultura
adulavano i peggiori perché dei migliori avevano paura (x2)

Io mi sento libera di poter parlare senza pensare di dover vestire la
tunica e la maschera.
e i miei compagni di sempre mi sono accanto anche se mi perdo, io li sento
i miei occhi vedono tutto, vedono al buio, vedono musica (x2)

Album che contiene Come Scriveva "Benni"

album Non Voglio Restare Cappuccetto Rosso - Valentina LupiNon Voglio Restare Cappuccetto Rosso
2006 - Cantautore, Rock Altipiani , Edel
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati