Il verso e il suo inverso

Lorenzo Rinaudo - Voce, Chitarra
Marco Baldari - Basso
Giuseppe Assente - Batteria


Il verlan è un linguaggio gergale francese nato a Parigi sul finire dei '70 come forma di comunicazione segreta tra i vari gruppi giovanili che popolavano i sobborghi della capitale francese. Il senso dello slang sta nell'invertire le sillabe finali con quelle iniziali.
Lo stesso termine "verlan" significa "à l'envers".
Tecnicamente dipende tutto da quale verso si leggono le sillabe: il verso, in questo caso, è all'inverso.
E' una forma espressiva utilizzata per comunicare con chi fa parte del nostro stesso un gruppo sociale, escludendo quindi gli estranei.
E' come se fosse una linea di demarcazione tra noi e gli altri, tra le persone che ci piacciono e quelle che non ci interessano. In fondo non c'è scritto da nessuna parte che bisogna saper parlare a tutti, e poi, anche impegnandoci, francamente credo non saremmo in grado di farlo.