Vinicio Capossela - Il mio amico ingrato testo lyric

TESTO

Il mio amico ingrato
ha trovato amore e s'è sposato
mi guardava e sorrideva
aveva riso in bocca e in cielo
e tutto intorno al suo bel velo
lei abbracciava il mondo intero
noi, vecchi amici dignitosi
rassettati per gli sposi
poco importa se i cognati
sono tutti separati
poco importano i dolori
non son spine senza fiori
vino ed ostriche guarnite
ma ho male a un fianco e la colite
è dura amarsi a pranzo e cena
senza un massaggio per la schiena
Vedo e penso avanti a Dio
avrei voluto andarci anch'io
un sogno amato, accarezzato
un inganno al celibato
e invece affoga nel palato
l'ultima notte che ho passato
fumo e baci da bar
stracci nel letto
vetri nel petto
Geffer, pillole e goldoni
son souvenir delle stagioni
che hanno il vuoto dentro il frigo,
che hanno il Maalox per amico
un amico che è sposato
mangerò il suo minestrone
aspetterò la primavera
e i suoi confetti di virtù...

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Il mio amico ingrato si trova nell'album Camera a sud uscito nel 1993 per CGD Eastwest.

Copertina dell'album Camera a sud, di Vinicio Capossela
Copertina dell'album Camera a sud, di Vinicio Capossela

---
L'articolo Vinicio Capossela - Il mio amico ingrato testo lyric di Vinicio Capossela è apparso su Rockit.it il 2020-05-19 19:14:42

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO