Il progetto VIP nasce dall'idea e dall'unione di Pietro "Pié" Valsania e Roberto "Orde" Casetta verso la fine del 2010. In circa dodici mesi i due compongono una moltitudine di brani presso il Black Dago studio situato nella casa di Pié. Da tutto il materiale vengono selezionate otto tracce che con la supervisione artistica di Andrea "Brasa" Brasolin e quella tecnica di Paolo "Doctor Pablo" Calzavara, al Drp studio di Montà (CN), permettono di assemblare in giugno 2011 il disco d'esordio, autoprodotto, intitolato "Come spesso accade siamo via". Pié e Orde, rispettivamente cantante-bassista-chitarrista-sequenze e batterista-percussionista-ritmi-sequenze, suonano insieme da circa quindici anni e hanno alle spalle una grande esperienza con svariate band. Tra le varie esperienze possiamo ricordare Malaweeda, reggae band fuori dagli stereotipi giamaico-italiani, con il quale pubblicarono nel 2007 un album "effetti negativi" e tra il 2005 e il 2009 due ep. Il progetto VIP si pone come obiettivo la sperimentazione libera da generi, e la ricerca, attraverso il ritmo, come elemento contemporaneo di spicco nella musica leggera, canzoni da ascoltare e volendo anche per muoversi. VIP come supereroi, anche sfigati, come nel film di Bruno Bozzetto, dal quale attingono il nome. VIP come veniamo in pace o come vogliamo il potere o con il significato che riuscite a trovare dopo il loro ascolto.