Plug and Play, Indie Rock senza Indie e senza Rock!

"VodkaCola vuol essere prima di tutto un bellissimo tributo ai 4 continenti." Queste forse le penultime parole del noto filosofo russo Petr Demianovi Uspenskij, rese celebri dagli scritti di un giovane He Van Tzaletha, attualmente coproduttore, ideatore, produttore della band musicale ospitante. Le informazioni riguardanti la band sono frammentarie e confuse… da dove cominciare? Forse dagli inizi caratterizzati dall’amore per la musica sinergica anni ’90? Forse dal fatto che nessuno dei componenti conosca per motivi di sicurezza il nome degli altri? Forse. Ma non è questo il punto. Dopo anni di incubazione il progetto VodkaCola vede nuovamente la luce, la guerra fredda è ormai dimenticata, Elvis è effettivamente deceduto e il ragazzino sulle barrette di cioccolato Kinder non è più lo stesso. Il progetto è ambizioso, ma non pretenzioso; impegnato ma allo stesso tempo autoironico; elitario e popolare; filantropico e italianissimo. 5 meno 1 sono i continenti/persone attualmente coinvolte nello scandalistico quartetto che dal 2006 rinuncia al patinato mondo del gossip dedicandosi a pieno tempo (3/19) alla musica. Saranno famosi? Amici miei di Maria? Operazione Trionpho? Tutti format ispirati al programma radiofonico "?&!" (1952-1998 Russia/U.s.a.) andato in onda senza interruzione per più di 46 anni, che vede infine premiare 4 giovani cittadini del mondo attuale e modesto, selezionati grazie alle loro spiccate doti. Adesso quei 4 giovani non ci sono più. Al loro posto i VodkaCola.

VodkaCola è un progetto che nasce nel 2006 dalle ceneri della gloriosa band ShiftyManners. La band e la loro musica sono caratterizzate dalla voglia (poco originale) di fare qualcosa di diverso. Provenienti da differenti esperienze musicali ritrovano un'affinità che vede dare alla luce un sound diretto da loro denominato “Plug&Play”. Lo stile è caratterizzato da strutture melodiche semplici, uso della lingua italiana nei testi, citazioni più o meno corte, look studiato e una forte presenza scenica. Inoltre la poetica dei contenuti fa da filo conduttore per argomenti quali: il dualismo politico e culturale di Russia e U.s.a, il rosso e il nero e la loro ormai desueta contrapposizione, le donne-l’alcol-l’uomo, il nonsense. L’ironia, l'irriverenza e un approccio spensierato sono le basi che hanno portato alla maturità questa band.