Pensieri che arrivano alle mani trasformandosi in armonia nelle pianure di Paestum.

Massimino Voza, o semplicemente Voza, nasce ad Agropoli.
Ma la sua famiglia se ne frega, e allora sembra di essere a Londra, a Berlino, a New York.
Come fai a convivere serenamente con una cosa così grande? Semplicemente non lo fai, e somatizzi.
Per non farsi mancare niente, ci aggiunge la balbuzie. E allora, come nei migliori stereotipi del riscatto, parla con la musica.
La batteria, prima, a segnare il passaggio all’adolescenza. La voce adesso, quando il peggio è passato, e le consapevolezze fanno capolino.
Da un futuro - seppur sereno - ma scontato. Da una realtà che non ti lascia fuggire così facilmente.
Ma Massimino, ora solo Voza, ha imparato.
Se ne frega, e allora sembra di essere a Londra, a Berlino, a New York.