Gruppo progressive, sperimentale di Pesaro

Il progetto nasce nel marzo del 2010 dall' incontro tra Michael Lani (chitarra) e Semen Dzhabaryan (chitarra). Tra i vecchi contatti trovano il bassista Francesco Cambrini che porta con sè Francesco Casanova (batterista); così la formazione è al completo.
Così la giovane band, influenzata dalle grandiose melodie e suoni psichedelici degli anni 60, si chiude in sala prove. Dopo un anno i Vremenà presentano il loro primo lavoro, otto brani strumentali che hanno i nomi dei pianeti del sistema solare. Lo stile della band varia dal Metal al Progressive, e dal Blues al Funky ,creando sonorità innovative e psichedeliche. Le chitarre della Band mischiano vari effetti e suoni per ottenere un groove innovativo e trascinante.
Nel giugno del 2011 i Vremenà si esibiscono per la prima volta dal vivo alla "notte bianca" di Pesaro.
A ottobre sempre del 2011 esce il loro primo demo registrato al Providence Studio composto da 3 brani. Il 2012 per i Vremenà comincia molto bene con l'uscita del loro secondo demo, composto sempre da tre brani e registrato dal loro tecnico di fiducia Flavio Notarfrancesco (Providence Studio) che ormai consce bene i ragazzi. Con il 2012 arrivano anche diverse serate live una tra le quali porta la band per la loro prima volta all'estero, i Vremenà portano la loro musica "Made in Italy" nella lontana Olanda, suonando la sera del 27/04/2012 nel locale "De Peper"che si trova nel centro della mitica Amsterdam. Riscosso un discreto successo, la band si guadagna diverse prospettive all'estero per il 2013.
il 12 maggio 2012 la band partecipa e vince uno dei quatro premi del concorso "Fuori le Idee" che si svolge al interno del "Festival Giovani Per La Musica " organizzato dal comune di Pesaro e dalla direzione dell'Orchestra Sinfonica Rossini.