Video collegato all'album

War On Wall Street
2013 - Post-Rock
Vai all'album

Descrizione

Harlot's House è una delle nostre prime ballate, forse la più sentita di War On Wall Street. Il video è stato ideato e girato lo scorso autunno da Alice Guarini, fotografa freelance e nostra collaboratrice da anni, nella sua Torino, con l'appoggio dello studio Superbudda, anch'esso con base a Torino. La location che ospita la storia si rifà, nell'ispirazione nelle atmosfere e nell'ambientazione alla cinematografia di Lars von Trier, artista che si sposa bene con il gusto dell'autrice del video e anche con la musica degli WOWS. Abbiamo deciso di utilizzare una parte della poesia di Oscar Wilde (Harlot's House), oltre che per rendere omaggio ad un autore che ammiriamo, anche per riuscire a esprimere meglio la nostra visione dell'uomo e di ciò che è riuscito a creare sulla terra. I burattini, le ombre, la polvere che rotola sul suolo sono immagini che rispecchiano una società dove l'opportunismo e la prevaricazione del prossimo si pongono come linea guida dell'agire umano, lasciando dietro di sé solo desolazione e puzza di morte.
Harlot's House mostra un'anima tormentata, privata della propria volontà e dei propri sogni, che vaga come un burattino senza vita nelle profondità dell'inconscio in una ricerca che porta solo alla pazzia e al totale annullamento; cerca di trovare una via d'uscita che in realtà non esiste perché la ricerca non può essere interrotta. La creatura incappucciata del video è attirata nel suo vagare, verso un luogo di tormento da una forza primordiale più potente della volontà umana. Anche noi percepiamo questa forza. Ci ha mostrato che la materia non finisce con la nostra percezione, ma è un'emanazione di forze, alcune di queste sono profondamente malvagie, e ci attirano come ad inseguire una luce oscura che non potremo mai afferrare.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati