La condizione dell'uomo è precaria e non c'è tempo da perdere.

La band nasce nel 2007, da un progetto principalmente iniziato da Matteo Zulli e Mirco Bernardi, rispettvamente chitarra / voce e batteria / voce. Solo dopo pochi mesi, data la mancanza di groove e dinamismo sonoro,viene ingaggiato il bassista e polieffettista a pedale Ilario Iacoboni."Non abbiamo una missione e non cambieremo di certo il paese con le nostre canzoni,ma forse l'ego di qualche intoccabile riusciremo a scalfirlo"