Leggi la recensione Video in questo album (2)

Descrizione

Ad aprire la playlist “Sakè” il primo singolo: sarcastico al limite del politicamente scorretto. Rime baciate per un ritmo cadenzato, quasi senza fiato per raccontare in maniera schietta la politica italiana, ma non solo.
Per restare in tema “Basta un colpo” un reggaeton dal ritmo incalzante che racconta, sempre con piglio ironico, la difficoltà di riuscire ad emergere in un mondo di casting e di talent show, così come in qualsiasi ambito artistico. Come se il talento non fosse un dono, ma bastasse un colpo di fortuna.
“Pecora nera” può considerarsi il manifesto della cantautrice polesana, sempre un po' sopra le righe, con un punto di vista di rottura di fronte a quello che succede. Chi ha un'opinione diversa dagli altri spesso viene escluso, ma la realtà delle cose è che quello della pecora nera è semplice distacco, in quanto non ci tiene a stare nel gregge.
Segue “Idee balzane” il secondo singolo: una dichiarazione d'amore sui generis, particolare e sfaccettata proprio come la musica di Anna, un amore dei tempi moderni in cui riscoprire, però, la tradizionale bellezza dello stare bene insieme.
“Fatima” è un brano sarcasticamente pop rivolto alla società odierna in cui si fa ampio spreco della parola sinergia e collaborazione, salvo poi escludere o peggio scagliarsi contro chi non la pensa allo stesso modo, in un completo stato di “de-responsabilizzazione globale”.
C'è spazio anche per una ballata con “L'Amore (?)”: quasi una ninnananna sussurrata ad uno stato d'animo, l'ansia, che attanaglia milioni di persone fino a paralizzarle e tutto sembra ruotare attorno a quel sentimento che tutti cercano e pochi riescono a coltivare.
Arriva un colpo di coda inaspettato e spiazzante con “Il mio funerale” dove Anna prendendo spunto dalla famosa “Livella” di Totò ha scritto un brano divertente che, senza tanti giri di parole, non lascia spazio a dubbi: la differenza tra l'essere sostituibile o meno la fa l'affetto.
“Click” è il brano che da il titolo all'album e conclude questo viaggio. Un lento riflessivo e appassionato che parla di amore, quel sentimento a cui tutti ci rivolgiamo per essere in qualche modo 'salvati' in quest'epoca multimediale e virtuale, dove basta un semplice click per entrare nella vita di una persona ed altrettanto per poterne uscire con la luna che fa da tacita co-protagonista

Credits

Arrangiamenti a cura di Bruno Zucchetti, Registrato e mixato da Christian Zecchin, presso gli studi di ZetaProduction.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati