AcomeandromedA - Tempesta testo lyric

TESTO

Mi rifiuto... di andare avanti così,
manco sei a terra che già non vedi più cielo.
Quì pare che la notte stia per scadere,
e che manco più le stelle ti reggano un sorriso.
Non c’è un paradiso, non c’è un paradiso,
ma sai che c’è: SONO FELICE CHE TU NON LO SIA!

Proverò (proverò) il tuo sapore
anche e (anche se) senza amore,
di cosa (per cosa) mi darà,
se non è (se fosse) libertà?

Tempesta adorata, mia folle creatura,
sei madre di amata e pura ventura
che visse lì dentro, dov’io stesso entro
per dare al mio vissuto lo scolo già venuto.

Tempesta adorata, di folli avventure,
sei stata ciò che sei: natura e furia pure.
Venevdo di dentro è vero il calore
che scalda e ci tempra in un solo colore!

Proverò (proverò) il tuo sapore
anche e (anche se) senza amore,
di cosa (per cosa) mi darà,
se non è (se fosse) libertà?

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Tempesta di AcomeandromedA:

Questo brano è stato inserito in alcune playlist dagli utenti di Rockit:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Tempesta si trova nell'album Occhio Comanda Colori uscito nel 2011 per Piccola Bottega Popolare.

Copertina dell'album Occhio Comanda Colori, di AcomeandromedA
Copertina dell'album Occhio Comanda Colori, di AcomeandromedA

---
L'articolo AcomeandromedA - Tempesta testo lyric di AcomeandromedA è apparso su Rockit.it il 2012-01-16 09:56:56

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia