Rock alternativo tendenzialmente demenziale vagamente progressive con momenti di semiserietà

E' la lontana estate del 2011 e cinque amici, residenti per lo più nel Teatino, accomunati dalla stessa fervida passione per la musica, decidono di dare una svolta alla loro vita, e se vogliamo, carriera musicale ; Infatti dopo anni di Cover e progetti più o meno discutibili - che a lungo andare avrebbero portato soltanto allo sfinimento - provarono a dare uno scossone definitivo : fu proprio lì che si iniziò a buttare nel pentolone tutto ciò che la musica gli aveva dato fino ad allora .
Ne venne fuori un genere quasi indefinito, che piace definire come Rock Alternativo/Tendenzialmente Demenziale/Vagamente Progressive-con momenti di semi-serietà ;

I ragazzi iniziarono a scrivere e comporre ; l'entusiasmo era tanto, ma crebbe ancor di più quando si ritrovarono (al termine dell'estate stessa) a partecipare a un contest come "tappabuchi", visto che un gruppo amico aveva deciso di ritirarsi all'ultimo.
Non solo parteciparono, ma grazie all'aiuto e al calore del pubblico, sfida dopo sfida, riuscirono a portare a casa il primo premio per quanto riguarda la categoria Inediti, vedendo così realizzato il primo obiettivo, quello di registrare una Demo (I pensieri confusi e frastornati che ci attanagliavano in quei tempi - Blue Wildebeest - 2011) .

Molteplici furono le apparizioni live nell'anno seguente, in cui i Bwb tra i tanti eventi registrano anche la partecipazione -nonchè incisione su disco - al concorso "All We Need" e "Jack Daniel's on-tour" .

Una forte auto-critica e la voglia di rinnovare e presentare al pubblico qualcosa di diversamente bello, hanno portato i ragazzi a una maturazione musicale notevole.

Senza perdere mai la rotta e continuando incessantemente a scrivere e comporre, nel 2013 centrano un secondo importante obiettivo, quello della registrazione di un miniLP, da sette brani (Into The Wildebeest - Blue Wildebeest 2013) .