Colpi Repentini - Ascolta e Testo Lyrics Il Diavolo (da lui si presentò)

Brano

Testo della canzone

Se parlare mi è concesso
le racconto che è successo
aveva una chitarra e la suonava spesso.

Non parlava con la gente,
ma beveva lentamente
aveva una pistola sul comò.

Quando la chitarra suonerà
ogni nota gli ricorderà
tutti quegli amori che non ha vissuto
e senza una parola piangerà.

Una notte tempestosa,
la sua faccia tenebrosa,
entra nel locale e vuole ber qualcosa.

L’orologio non mentiva
mezzanotte era arrivata
prese la chitarra e cominciò.

E la gente zitta intorno a lui;
io ero spaventato quanto lei,
ma mentre suonava c’era chi rideva
vedendo che piangeva di dolor.

Parte un colpo nella notte
ridi adesso se ti va
per ogni vita che finisce
un altro pezzo inizierà.
Sangue sulla sua chitarra
un’altra notte se ne va
da solo un’altra notte lui passerà.

Padre aspetti che le dica
la sua vita era dannata,
per la sua chitarra un giorno l’ha venduta.

Mentre il mondo gli sfuggiva
e il suo amore non trovava
il diavolo da lui si presentò:

“Se quello che cerco mi darai
ogni volta che la suonerai
guardala negli occhi e il cuore
rubale se vuoi
se lo vuoi!"

Parte un colpo nella notte
ridi adesso se ti va
per ogni vita che finisce
un nuovo pezzo inizierà.
Sangue sulla sua chitarra
un’altra notte se ne andrà
da solo un’altra notte
lui passerà.

Parte un colpo nella notte
ridi adesso se ti va
per ogni vita che finisce
un altro pezzo inizierà.

Album che contiene Il Diavolo (da lui si presentò)

album Arriva lo Zar - Colpi RepentiniArriva lo Zar
2013 - Pop, Folk, Cantautore
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati