Che BIG FISH sia considerato il produttore urban n°1 della penisola non suscita molti dubbi: lo insegna la sua ventennale attività artistica durante la quale ha dettato i trend del rap italiano portando al successo progetti come Sottotono, Fabri Fibra, Nesli, Ensi, Two Fingerz, Vacca, Emis Killa e, ovviamente, il suo album “Robe Grosse”, che nel lontano 2006 ha rappresentato la prima forma di “hip hop da club” italiano che oggi, spremuta e reiterata, inizia a dare i primi segnali di saturazione.