Fabrizio Somma aka K-Conjog è un produttore, musicista e compositore di musica elettronica.
Dopo una manciata di release digitali a cavallo tra l'indietronica e l'IDM tra il 2004 ed il 2005 arriva al
suo primo LP, “Il Nuovo è al passo coi tempi” edito da Snowdonia Dischi/Audioglobe, un mix cut &
paste di suoni con piglio dada e con occhio sempre rivolto alla musica concreta ed elettronica.
Nel 2010 con l'EP “Le Storie che Invento non le so Raccontare” uscito per la label inglese Dirty Demos,
Somma vira il suo suono in direzioni più melodiche con l'elettronica in secondo piano, registrando un
breve disco Lo-Fi che diventerà, con l'ausilio del passaparola e di alcuni blog di settore esteri, ben presto
sold out.
L'EP si trasformerà anche in un progetto video, stringendo sodalizio con il regista Francesco Lettieri, con
cui vincerà numerosi premi.
Il 2012 è il turno di “Set Your Spirit Freak!”, LP uscito per l'americana Abandon Building Records, e qui
la lezione imparata con “Le Storie che invento..” trova la sua completezza.
Somma mette da parte il Lo-Fi favorendo ancora una volta le melodie che, malinconiche e ripetute, si
declinano con sonorità orchestrali ed Ambient con l'elettronica a fare da collante agli elementi trasversali
del disco.
In Italia ha un 'ottima accoglienza, il video di Qwerty, sempre diretto da Francesco Lettieri, vince il PIVI
nel 2012, ma è all'estero che viene accolto ancor più calorosamente.
Raccogliendo l'unanimità di pubblico e critica, il disco sarà recensito e fortemente consigliato in America,
Inghilterra, Giappone, Francia e Germania e la rivista “The Wire” inserirà uno dei brani, Untitled 155, tra
le cose più interessanti uscite in quel periodo.
Il 2014 è il turno dell'EP “Dasein”, sempre con l'americana Abandon Building Records, e questa volta le
sonorità orchestrali cedono il passo ad elementi rarefatti di Piano Music, Ambient ed Elettronica, che
porterà Somma a calcare, tra i tanti, anche il palco del ROBot Festival di Bologna.
Nel 2015, in occasione del Record Store Day, esce “Fermati, O Sole!” per Trovarobato/Fresh Yo!/Bad
Panda Records, EP in vinile e digitale, colonna sonora dell'omonima mostra di Valerio Berruti.
Negli anni ha remixato The Polyphonic Spree, IOSONOUNCANE, Origamibiro, Melodium ed altri.
Nell'Ottobre 2018 uscirà “Magic Spooky Ears”, LP nuovo di zecca, per l'italiana White Forest Records e
la giapponese Schole Inc.
Millennials Otters è il brano che anticipa l'uscita del disco.
Il brano, dalle trame sintetiche e sfumature dance, segna ancora una volta un cambio di rotta ed anticipa
solo in parte quelle che saranno le sonorità del nuovo lavoro discografico.
La clip che accompagna il brano, opera del designer Giuseppe Santillo che ha curato anche la cover del
singolo e del disco che uscirà, mette in luce il rapporto conflittuale tra natura e tecnologia ed è realizzata
con le più avanzate tecniche di digital art in circolazione.