Cantautrice pop alternative

Cantante autrice e compositrice, laureata in lingue a letterature straniere, di spirito vagabondo e anticonformista. Dopo diverse esperienze, viaggi e collaborazioni che la portano dal reggae al lounge, dal blues all'elettronica, nel 2010 pubblica per Dcave Records il suo primo album "A volte capita", di stampo folk rock, che viene accolto con deciso interesse dalla critica. Nel 2011 vince il Premio MEI Super Sound e nello stesso anno il suo brano "Libera" viene inserito nella compilation tutta al femminile "Female do it better", con nomi promettenti del cantautorato italiano e internazionale. Nel 2012 lo stesso MEI sceglie ancora una volta il brano “Libera” per "L'onda rosa indipendente", che dà voce alle migliori figure femminili emergenti in Italia, e la sua versione del brano “Carry me” compare nella compilation “Il rock è femmina” di Pirames International.
Già finalista al Premio Mia Martini nel 2007, Monica ha negli anni un’intensa attività live e suona con la sua band in piazze e club in tutta Italia.
Nel gennaio 2014 esce per TF Records il suo nuovo album “Tutto Brucia”, che vede la collaborazione di musicisti di primo piano a livello internazionale, come Giovanni Ferrario, Sacri Cuori, Vicky Brown, JD Foster, e un duetto con l'australiano Hugo Race (Nick Cave and the Bad Seeds). Molti gli apprezzamenti e le recensioni di note riviste musicali. Il suo videoclip di “Come un cane” compare sul web in esclusiva per RollingStone Italia e, successivamente, il suo videoclip del singolo "Io sono qui" esce per Panorama.it.
Il suo nuovo album, ROSSO CHE NON VEDI, è uscito il 20 ottobre 2017. Cercatelo in tutti i negozi e gli store digitali!

Dicono di lei:

Questo Tutto Brucia riesce a far fare a Monica un salto di qualità e a porla non più come una sorpresa, ma come una realtà consolidata del rock italiano.
BUSCADERO

Al secondo album, la cantautrice rock torinese offre una solida dimostrazione di talento e applicazioni blues alternative.
RUMORE

Siamo in presenza di un lavoro maturo e complesso. La voce si è fatta più sicura, e ben si mette al servizio di testi narratori di storie collettive, conflitti intimi, smarrimento e fragilità. Il brano Lucida bisserà il successo di Libera, c’è da scommetterci.
IL MANIFESTO

La sorprendente crescita di scrittura e di visione di Monica trova la compagnia provvidenziale e sicura di eccellenti e navigati traghettatori che sanno ancora rendere la musica rock esperienza di condivisione unica. IL SUSSIDIARIO

Monica P ha sicuramente radici fondamentalmente rock, e “Tutto Brucia” (secondo album) va fiero della propria ruvidezza essenziale.
BLOW UP

Già definito “nuova scommessa del folk rock italiano”, l’album (“A volte Capita”) sembra uscito dalla migliore tradizione americana per il suo suono immediato e tagliente […] Il folk rock disturbato di Monica P sembra aver colpito nel segno.
LA STAMPA