OPUS 3000 è il progetto di musica alternativa nato dalla collaborazione fra la pianista Gloria Campaner, il violoncellista Alessandro Branca e il musi

Il progetto OPUS 3000 ha avuto origine dall’idea di esaltare la contaminazione di linguaggi musicali tra loro diversi, precisamente di quello classico con quello elettronico.
Per questo sono stati individuati tre artisti che hanno sempre manifestato nel loro lavoro e nel loro percorso esperienziale la passione per la musica classica accostata alla tecnologia attraverso un’attitudine di produzione ed interpretazione moderna. Nonostante il miscuglio di generi con la classica sia stato esplorato svariate volte nel corso degli anni, Opus 3000 trova una sua chiave di interpretazione unica affidandosi alle doti distintive di ogni suo membro, derivanti dai loro anni di formazione classica e dall'interesse comune per un progetto di commistione e comunione di intenti e istinti musicali eterogenei ma fusi nel comune denominatore della sperimentazione e della curiosità che muove tutti i componenti del gruppo. Una sfida oltre il silenzio, oltre il ritmo, oltre l’esecuzione dal vivo. Un’esplorazione cosmica tra suono e immagini che trasporta l’ascoltatore-spettatore dal classico e soffice accostamento tra pianoforte e violoncello all'aggressività e dinamicità delle tecniche di produzione e strumentazione moderne, coprendo uno spettro di sfumature che va da sentimenti di amore e serenità ad ambienti scuri ed ostili.