Descrizione

IL DISCO D'ESORDIO DEL POWER TRIO MILANESE CHE VEDE LA PARTECIPAZIONE DI TOD A. DEI FIREWATER, REUT REGEV (trombonista free-jazz israeliana), FIGLI DI MADRE IGNOTA, MIKO CANTU' dei BACKSEAT BOOGIE E VALENTINA CARIULO (violinista classica).

Si definiscono un trio acustico, ma l'impatto che hanno sul pubblico è tutt'altro che soft. Il loro album d'esordio pesca a piene mani nella musica roots spaziando tra funk, swing, soul, rock, ed il risultato è un cocktail perfettamente equilibrato e dosato che dona vitalità e voglia di ballare sin dal primo ascolto.
In “Groovestarter” (Krakatoa Records) Orso Maria Moretti esprimono tutte le sfumature del funk con brani incalzanti e carichi di ritmo come “Mr. Nobody” e “Small power” ma mettono anche in risalto la parte più soul del progetto con brani più intimi e intensi come “Nighthawk” e “Nice try”.

Un disco pensato in chiave acustica che strizza l'occhio anche a generi più meticci come il reggae, le ritmiche afrobrasiliane e il blues. Le atmosfere cariche e dense del disco vengono messe ancora più in risalto dal vivo, habitat preferito della band, dove è lo scambio con il pubblico la parte fondamentale della buona riuscita di un live. Con questo spirito Orso Maria Moretti approcciano ai loro concerti come ad un momento unico in cui esprimere la loro musica valorizzando gli arrangiamenti e il groove che fa muovere tutti quanti. Con il loro repertorio, sempre in evoluzione e sempre originale, hanno voluto omaggiare alcuni dei loro artisti preferiti rivisitando “Sign o' the Times” di Prince che sfocia in una bellissima citazione dei KC and the Sunshine Band, “The Lovecats” dei Cure, “Sweetest taboo” di Sade, "Zebra" di John Butler e “My Girl” dei Temptations.

Un power trio con tre storie musicali diverse, tre esperienze di lavoro differenti che ha voluto fotografare un momento preciso di questo percorso sonoro. Un'istantanea di quello che è stato il viaggio che li ha portati a pubblicare il disco d'esordio “Groovestarter”, un album che raccoglie dodici brani che corrono veloci sullo stesso binario, quello della musica di qualità, e fatto di riferimenti sonori che fanno muovere, ballare, gioire... un vero e proprio pulsante per innescare il groove che c'è in ognuno di noi!

Credits

Orso Maria Moretti sono:
Andrea "Orso" Castelli (contrabbasso)
Musicista compositore e produttore, ex bassista degli Shandon. Inizia a suonare il basso elettrico e la chitarra all'eta di 15 anni. Ha studiato contrabbasso presso il conservatorio di musica G. Verdi di Como. Durante 25 anni di carriera ha sperimentato praticamente tutti i generi musicali, suonando in innumerevoli band, collaborando anche alla sonorizzazione di film, lavori teatrali e reading. Ha all'attivo una dozzina di dischi ufficiali più svariate collaborazioni come session man con artisti italiani e internazionali. Ha tenuto più di 1500 spettacoli in tutta Europa, USA e Asia minore.

Gilberto "Maria" Colombo (chitarra)
Autore, compositore, cantante e chitarrista. Dal 1990 al 2002 suona molto dal vivo con la band di rock italiano Ardlac, con cui produce varie registrazioni. Cantante e chitarrista nel disco Da Groove- Lifegate Music 2007 Jinkà Percussion Orchestra, con cui suona live (Mazda Palace Milano, Piazza del Cannone Milano, Grosseto, Ufa Fabrik Berlino DE, Circolo Magnolia Milano, Festival Radio Onda d’Urto Brescia, Lecco 1° Maggio……altro ancora). Con la band Paul Aster ha suonato live dal 2002 e pubblicato nel 2010 un album autoprodotto intitolato Minestr1, con brani di cui è autore e compositore. E’ cantante e chitarrista nella band di “Kombat Liscio” Los Picios, i mariachi all’italiana, insieme ad una decina di compagni musicisti, con cui movimenta feste, calpesta tovaglie e rovina matrimoni. Un nuovo disco a nome Gilberto Paloma è in produzione.

Jacopo "Moretti" Pellegrini (percussioni)
Percussionista e compositore attivo sulla scena da ventitre anni, ha studiato al CPM di Milano con il maestro Gilson Silveira. Si è avvicinato alla cultura della musica brasiliana grazie ai Mitoka Samba e ha approfondito conoscenze sulle percussioni di tutte le parti del mondo (India, Austalia, Africa) con diversi professionisti. Con il trio jazz ASTIO ha pubblicato il cd “Memoria” edito dalla Ethnoworld Milano. Ha partecipato a trasmissioni televisive (Scalo 76, La macchina del tempo) e ha lavorato come musicista di scena per festival di teatro-danza e per spettacoli teatrali componendo anche colonne sonore (“Salviamo i Bambini” di Renato Gabrielli per il Teatro Litta di Milano). Ha condotto progetti di educazione musicale presso scuole medie e superiori della provincia milanese oltre al carcere minorile Beccaria (Mi). Oltre ad essere il direttore artistico di Mitoka Samba collabora nel campo della formazione aziendale con la società Musicactionxperience e fa parte da dieci anni della Mamud Band, progetto dedicato all’afrobeat con cui ha pubblicato due album, “Opposite People” dedicato a Fela Kuti e il più recente “Afro future funk”. Di recente ha collaborato con Giuliano Dottori per l'album "L'arte della guerra Vol. 2" dove ha registrato congas, cuica e triangolo in due brani.

GROOVESTARTER:
01 Mr Nobody Feat. IASKO & MASSIMO (Figli Di Madre Ignota)
02 Wait No More
03 Small Power Feat. REUT REGEV (R*TIME)
04 Sell Me Yr Soul Feat. TOD A (FIREWATER)
05 Nice Try
06 Pipe Of Gas
07 Long Way Love Feat. MIKO (BACKSEAT BOOGIE)
08 Mud Love
09 Nighthawk
10 Bumble Bee
11 Holidays
12 The Sweetest Taboo feat. Valentina Cariulo

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati