Descrizione

Albione, l’incontro fra Mirco, Eno e Fede produce una serie di segmenti sonici pressofusi dentro il crogiolo di un alto forno capace di dar vita a un mix psichedelico con netti riferimenti space e innesti hard-stoner. La scelta di sacrificare la voce innesca un veloce decollo verticale, algido e interamente affidato alla sezione strumentale. La mente si ritrova a viaggiare scevra dalle distrazioni della comunicazione verbale. Flagellate dalla sezione ritmica, le chitarre si muovono fra energici bicorde e assoli psicotropi arricchiti da granelli di pastosa sabbia rossa del deserto. Il magmatico songwriting nasce da una preparazione durata mesi trasformata in un sinuoso viaggio. Per registrarlo nel modo più accurato, i nostri hanno scelto il Mofo a San Bonico, studio intimo e perfetto per catturare tutto in presa diretta, 3 o 4 take per ogni pezzo. Rinunciare a una seconda chitarra e tastiera poteva presupporre limiti oggettivi, i Red Sun hanno giocato di sottrazione. Evitando di mettere troppa carne al fuoco, il trio è riuscito a ottenere un risultato incredibile. Triosophy è un gioco a tre, numero magico e perfetto, ideato per rappresentare al meglio un concetto musicale frutto del sound cristallino unito al rifferama granitico, forte di un respiro proteso ben al di la delle Alpi. Il lavoro esprime tutte le sue potenzialità solo dopo l’interiorizzazione personale di ogni singolo utente che s’avvicina a questo materiale infuocato. In un ipotetico ponte, rappresentato dal nucleo di un incandescente sole rosso, che unisce Italia e Stati Uniti Triosophy vi guiderà dalle lande piacentine fino agli spazi desolati del deserto americano, teatro e culla dello stoner ancestrale che fu dei Kyuss.

Credits

Marc Urselli
Luca SoloMacello Martinotti

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati