Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Il nuovo Cd ed Lp segue l'album di debutto “Nowhere better Than this place, Somewhere better than this place”, acclamato da critica e pubblico per originalità ed intensità.

SOWING LIGHT riprende la strada intrapresa dal precedente lavoro in modo più incisivo e diretto, senza perdere la componente onirica che ha da subito contraddistinto la band.

I nuovi brani del disco sono stati sviluppati in intense sedute di prove e registrazioni e testate nell’esperienza live, a garanzia di un sound coinvolgente e allo stesso tempo sognante, cercando di mantenere alto e dinamico il flusso di attenzione . Una poliedrica e ricercata attività live ha portato i Salici ad esibirsi su grandi palchi, borghi antichi, pub, osterie, scorci di città da Buskers, i paesaggi naturali del fiume Isonzo e rurali della Bassa Friulana... ecco i contesti in cui i Salici si ritrovano, arricchendo con ogni performance la sonorità istrionica della band.

La prima grande differenza del nuovo sound de I SALICI emerge nella base ritmica molto più stabile, grazie all'introduzione nell'organico di Stefano Razza alla batteria. I brani risultano compatti, diretti, con una metrica scandita ma altrettanto leggera. Suoni aerei del underground degli anni '70 condensati e riproposti alla velocità del ventunesimo secolo.
I brani ammiccando ai generi più vari dal progressive, al blues, al pop, all'ambient, al country, sfiorando lo stoner; generi scomposti e ricomposti senza guardare le istruzioni.

Gli strumenti si fondono distinguendosi con originalità nella ricchezza del suono modellato dalla voce a tratti ruvida e a tratti sensuale di Devid Strussiat.

Le registrazioni di SOWING LIGHT sono state sviluppate nel proprio studio di registrazione, ricreato nel granaio di un’antica casa in pietra nella campagna friulana. Un luogo dove poter definire al meglio il proprio sound, senza pressioni e limiti di tempo. Un luogo dove comporre e registrare il proprio materiale, ma anche dove supportare la produzione di altri progetti e esperienze artistiche affini.

I dieci brani, prodotti in quasi un anno di lavorazione “tra temporali e primule”, sono stati intervallati da una serie di eventi, organizzati dalla band stessa in suggestive e originali location. Oltre al progetto musicale, I SALICI sono infatti anche un collettivo che si dedica alla promozione di eventi nella natura. Primo tra tutti AESON, il festival che nasce nel 2008 tra i boschi e le acque del fiume Isonzo, dando vita ad opere e performance integrate negli spazi naturali.

Connettere con esperienze creative e sociali i luoghi della quotidianità è, forse, un modo propositivo di affrontare le sfide del proprio tempo contribuendo ad apportare visioni comuni e contrasti dei territori. Seminando luce - SOWING LIGHT -.

Credits

I SALICI:
Devid Strussiat (voci, testi, chitarre acustiche, e-bow)
Stefano Razza (batteria e percussioni)
Marco Fumis (chitarre elettriche, tar)
Marco Stafuza (mandola, viella, ghironda)
Simone Paulin (tromba, corno djambè, marranzano)
Stefano Rusin (basso elettrico, contrabbasso, basso tuba)

Special guest: Paolo Forte (fisarmonica in LOUDER THAN SO)

Prodotto da I SALICI
Registrato da Devid Strussiat
Mixato da Devid Strussiat & Stefano Razza
Mastering Carl Saff
Artwork Devid Strussiat e Cooperativa Sociale Thiel

LINK

WWW.PAGEFOUND.COM

WWW.LINERIA.IT

WWW.AESON.IT

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati