La band è caratterizzata da un "british sound" miscela di britpop, shoegaze e psychedelic rock.

I The Backlash sono caratterizzati da un "british sound" miscela di britpop, shoegaze e psychedelic rock. Le principali influenze sullo stile ed il suono dei The Backlash sono da ricercare principalmente nel Madchester Sound (Stone Roses, Charlatans), nel Britpop (Oasis, The Verve) e nell'alternative/indie rock dei 2000 (Arctic Monkeys, We Are Scientists, Black Rebel Motorcycle Club).
La musica dei The Backlash gioca con la ricerca di un equilibrio tra le linee melodiche del cantato, dirette ed orecchiabili, e l’arrangiamento degli strumenti, dove chitarre sporche, delay, basso distorto e loop di batteria incalzanti strizzano l’occhio allo psychedelic rock e shoegaze.
Il suono dei The Backlash, riassunto nei brani che compongono il primo LP, è il prodotto di un percorso di maturazione durato tre anni, a partire dal primo concerto, nella primavera del 2013.
Partecipando ad un concorso per band emergenti, i The Backlash hanno avuto l’opportunità di debuttare live su palchi del calibro del Tunnel e dell’Alcatraz di Milano. Da allora, l’interesse dei The Backlash è stato quello di affermarsi come una realtà consolidata all’interno del panorama underground milanese. Proprio durante un concerto a Milano, Enrico Lazzeri “Dj Henry” (storico dj della scena Northern Soul e Mod milanese, critico musicale e talent scout) propone ai The Backlash di entrare a far parte del roster di RocketMan Records e registrare un primo EP, prodotto da Ettore “Ette” Gilardoni.
Il primo lavoro discografico, dal titolo “3rd Generation”, raccoglie sei dei pezzi arrangiati dalla band nel suo primo periodo di attività. La band raccoglie ottime recensioni e riesce a realizzare e promuovere tre singoli attraverso live in Italia (tra cui le aperture a Gazebo Penguins e The KVB) ed all’estero (Austria, Spagna, Francia e UK), con due date allo storico Cavern Club di Liverpool.
In agosto 2016, con le ultime due date a Pescara e Lecce, la band chiude ufficialmente la promozione di 3rd GENERATION per dedicarsi all'arrangiamento ed alla registrazione degli undici pezzi inediti che andranno a comporre il primo LP: Mindtrap.

Nella primavera del 2018 viene estratto il primo singolo "Mindtrap" e la band ritorna dal vivo dividendo il palco con We Are Scientists, The Academic e Trampoleene tra gli altri.

Altri due singoli, "Bounds" e "Bright", anticipano l'uscita dell'album prevista per ottobre 2018.