Cinque uomini. Diversi, identici. La nostra privatissima orchestra della polvere

Zuma è una band catanese che nasce alla fine del 2009. Fin dalle prime prove, gli Zuma – influenzati dal punk e dal post punk nelle loro precedenti esperienze musicali – si lasciano affascinane dalla compostezza di suoni meno distorti e più ponderati, che si ispirano a Nick Cave, Calexico, Ennio Morricone contaminati, poi, dalla musica surf e dalla new wave inglese; la musica degli Zuma, così, diventa sintesi di esperienze musicali e racconti personali, delineando un’atmosfera malinconica e introspettiva. La prima formazione di Zuma, composta da Dino Gigliuto (chitarra e voce), Giuseppe Lombardo (chitarra e voce) e Mauro Felice (batteria), si allarga poco dopo grazie all’ingresso del giovane Gabriele Timpanaro (contrabbasso e basso elettrico) e del polistrumentista Marcello Caudullo (piano, tastiera, chitarra, basso, percussioni). In seguito, la paternità di Mauro Felice e la sua decisione di ridurre gli impegni esterni alla famiglia, porta gli Zuma a modificare la storica formazione, trovando in Ezio Mongiovì (batteria e armonica) un ottimo compagno di viaggio. Gli Zuma sono finalmente pronti per far uscire il loro primo album – Less is More – la cui gestazione è durata ben due anni e che trova un’importante alleato nella Viceversa Records, che promuove il disco e accompagna gli Zuma verso la loro prima esperienza discografica.