Abetito Galeotta - Ascolta e Testo Lyrics Il vecchio e il nuovo

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

Vorrei scrivere senza riposo
da qui a domani, il vecchio e il nuovo
solo per pochi o per me stesso
che conto i passi da quando nuoto.
Il risveglio quotidiano
la ragione o il torto
e un disagio non più giovanile
di noi, di voi, dei cani
di animali da parlamento
avvocati da spavento
i notai non li sopporto.
Senza colazione ragiono male
datemi zuccheri, zolle di agrumi
e una bici da circo
per divertire la razza umana
per rimandare il buio di qualche metro
spalmar la Storia su un nuovo secolo.

Che razza di carogna che sono
così imprudente, irriverente
irriconoscente, così selvaggio.
Figlio narcisista della mia mente
che mentre piscio sopra una ruota
mi curo poco di chi sta intorno.
Perché son stronzo...son stronzo!
Sei proprio stronzo...sei stronzo !
Ora brindiamo
lodiamo la libertà globale
votiamo e andiamo al mare
cuori di sabbia da maturare.
Sono diviso tra il vecchio e il nuovo
ma dammi un segno e sarò più buono.
Sono diviso tra il vecchio e il nuovo
tu fammi un cenno e sarò più buono…
Sarò più buono !

Album che contiene Il vecchio e il nuovo

album Cambi di stagione - Abetito GaleottaCambi di stagione
2013 - Cantautore Self Distribuzione S.p.A.
Guarda il video Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati