Leggi la recensione

Descrizione

“L’età più forte” è il nuovo album di Alessandro Grazian. Il disco, il quarto della sua carriera, vede la luce due anni dopo l’apprezzato “Armi”. Tutte le canzoni (testi e musiche) sono state scritte e curate negli arrangiamenti da Alessandro.

Se col precedente disco “Armi” il cantautore di origine padovana spalancava le porte al suo background più insospettabile (quello alternative rock e new wave, scegliendo di allontanarsi temporaneamente dal mondo acustico che tanto l’aveva caratterizzato) questa volta Alessandro realizza un disco che è la sintesi felice di tutto il suo percorso acustico/elettrico, aprendosi inoltre ad inedite suggestioni dream pop e a nuove soluzioni e aperture melodiche che impreziosiscono il suo tipico songwriting.

Nel nuovo disco l’inquietudine artistica del cantautore si mette nuovamente in gioco: le atmosfere più sinistre si intrecciano ad aperture sognanti a tratti psichedeliche e a tratti ambient/chamber pop. Alessandro delinea nuovamente una personale e trasversale visione della canzone d’autore italiana in cui talvolta la tensione si stempera in morbidi delay e riverberi. Queste canzoni sono state scritte una volta concluso il tour di ARMI in un arco di tempo relativamente breve e rappresentano perfettamente le tante sfaccettature (umane e artistiche) che il cantautore ha imparato ad assecondare e coltivare (complici le svariate esperienze e collaborazioni degli ultimi due anni).

Anche per questa sua varietà stilistica questo disco è in qualche modo un’autobiografia dei primi dieci anni di carriera dell’autore (il cui esordio risale al 2005) ed infatti il titolo “L’età più forte” è un omaggio a uno dei quattro volumi autobiografici di Simone De Beauvoir.

Credits

Il nuovo album è una vera prova di forza per Alessandro Grazian che oltre ad averlo interamente scritto (testi e musiche) e arrangiato lo ha anche abbondantemente suonato (ha inciso tutte le chitarre, i bassi e parte dei pianoforti e dei synth).
La vocazione di questo album di essere un lavoro nuovo che riassume anche le tante cifre stilistiche di Grazian si esprime anche nella scelta operata dal cantautore di lavorare con due musicisti con cui ha già condiviso la produzione di album precedenti. Alessandro infatti chiama intorno a sé Enrico Gabrielli (amico collaboratore di sempre) e Leziero Rescigno (rinnovando l’intesa artistica del precedente album ‘Armi’). C’è anche spazio per due nuove collaborazioni che sono quelle con il violinista Rodrigo D'Erasmo (Afterhours) e con il fonico Antonio 'Cooper' Cupertino. (già al lavoro con Verdena e tanti altri) che cura registrazione e mixaggio.
Questo nuovo album è nato come totale autoproduzione ed è stato pubblicato grazie ad una campagna di crowdfunding di successo realizzata da Alessandro Grazian sulla piattaforma www.musicraiser.com.

Showcase acustici:
Giovedì 15 gennaio 2015, ore 19.00
Santeria
Via Privata Ettore Paladini, 8
Milano

Venerdì 16 gennaio 2015, ore 19.00
Il 23 dischi
Via Barbarigo 2
Padova

Venerdì 16 gennaio 2015, ore 22.00
Conestoga
Via Bacchiglione 17
Mestre, Venezia

Sabato 31 gennaio, ore 22.00
Laboratori 24
Via San Fereolo n 24
Lodi

Martedì 10 febbraio, ore 22.00
Barazzo
Via del Pratello 66
Bologna

Giovedì 26 marzo, ore 22.00
Maite
Vicolo Sant'Agata 6
Bergamo

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • Progetto Idioma 07/01/2015 ore 16:33 @progettoidioma

    Eccellente!

  • ugomoscato 07/01/2015 ore 20:42 @ugomoscato

    Un album veramente bello.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati