Alessandro Zanetti - Elefanti Thailandesi testo lyric

TESTO

Sara ha gli occhi tristi
di un elefante thailandese
compatiti invano
mentre dipingeva un albero innevato
nel deserto afghano
era bravo era bravo
muoveva la proboscide
come si muove una mano
poi salutava il pubblico
accennando ad un inchino
e se ne andava piano
e se ne andava piano.

C’era qualcosa di strano
avanti un altro e vediamo
traccerà un fiore o un gabbiano?

Eppure l’aria stanca
degli elefanti thailandesi
sembrava non disturbare affatto
la gente incuriosita
la libertà negata
in un autoritratto
Alberto poi rideva
la libertà del resto
è un concetto astratto
come si può capire
da un rovere abbozzato
se ha radici ben piantate
in un prato fiorito
o in un campo minato?

Distesi sopra il divano
Sara colora un vulcano
Alberto l’Oceano Indiano
di un grigio nitido e chiaro
...di un grigio nitido e chiaro.

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Elefanti Thailandesi di Alessandro Zanetti:

Questo brano è stato inserito in alcune playlist dagli utenti di Rockit:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Elefanti Thailandesi si trova nell'album A CHI RIDE PER PRIMO uscito nel 2021.

Copertina dell'album A CHI RIDE PER PRIMO, di Alessandro Zanetti
Copertina dell'album A CHI RIDE PER PRIMO, di Alessandro Zanetti

---
L'articolo Alessandro Zanetti - Elefanti Thailandesi testo lyric di Alessandro Zanetti è apparso su Rockit.it il 2021-11-13 14:35:35

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia