Alice Sacchi cantautrice nata e cresciuta in provincia di Modena, scopre la musica da bambina e subito questa rappresenta un mondo immaginifico dove poter evadere dalle realtà e rifugiarsi a sognare, fino al momento in cui essa stessa non è diventata la sua realtà quotidiana, l'intima ragione che si nasconde dietro in ogni scelta della sua vita. Comincia ad esibirsi come cantante a soli 11 anni grazie al progetto promosso dallo spazio giovani di Soliera “Jam session” sotto la guida di Cristina Blarzino e successivamente Enrico Sartori (Flexus). Lo stesso anno inizia a studiare chitarra classica con Roberto Melangola. A 13 anni compone le sue prime canzoni e negli anni successivi si esibisce con vari gruppi rock cover nei locali e nelle feste della provincia; ben presto, per far fronte ad esigenze economiche della famiglia, decide di usare il suo talento e la passione per il canto per serate piano bar e matrimoni. Dal 2010 canta e suona la chitarra acustica nella rock band interamente femminile Kerosene che è tuttora attiva e conta diversi concerti nel territorio emiliano. Nel 2011 entra a far parte come operatrice e musicista volontaria del progetto di musicoterapia “Ologramma” sotto il patrocinio del CEMU. Insieme al chitarrista Federico Truzzi forma un duo acustico (We are not a trio) nel 2012 dove canta e suona l'ukulele. L'anno successivo si diploma al liceo C.Sigonio ad orientamento musicale, dove ha studiato chitarra e storia della musica con il prof. Matteo Colombini e didattica della musica con la prof. Paola Poggi. Ora studia chitarra con Federico Truzzi (Sleeping Romance, Mechanical Swan), canto con Meike Clarelli (LaMetralli) e pianoforte jazz con Stefano Calzolari. Oltre alle esperienze live ha prestato la sua voce a diverse collaborazioni in studio di registrazione: con la band Mechanical Swan, edita dall'etichetta discografica Scarlet records, ha registrato il brano “Emeral bird” il quale ha avuto un gran succeso per la critica sia in Italia che all'estero; con gli ERO, band carpigiana edita da Zeta factory ha cantato e registraro il brano “La scossa”. Recentemente collabora per l'arrangiamento e la registrazione dei suoi brani inediti presso il Lemonhead studio con Federico Truzzi. Alle registrazioni dei brani hanno preso parte professionisti tra cui il batterista Luca Torreggiani (Naisna,Vanesia, Mechanical Swan), e il bassista Lorenzo Costi (Sleeping Romance).