Descrizione

Il nostro primo concept album "After The Sea", glossario delle esperienze musicali della band, caratterizzato da una forte dinamicità di stili e toni, ha come leit motive uno dei temi di attualità che più attanaglia le realtà sociali - prima che politiche - del mondo occidentale: l’immigrazione. Narrato interamente dal punto di vista del migrante, After The Sea affronta in maniera anticonvenzionale la retorica del sogno di una terra e di una vita migliore. Desiderio che si scontra con il crudo naturalismo d’Occidente, velo attraverso il quale scorgere il vizio dell’omologazione e della acculturazione, non è difficile. Ecco che la chimera di un mondo assolutamente diverso rispetto a quello di partenza si sgretola: con sé i cocci del bel docile marmo della quotidianità capitalistica, che nulla ha di solido.

Credits

Dario Giannì - 5 strings Bass Guitars , Keyboards&Synth, Mellotron, Rhodes, Hammond, Moog ;
Lorenzo Giannì - Lead&Rhythm Electric Guitars, 8 strings Electric Guitar, 12 strings Acoustic Guitar, Keyboards, Mellotron (Track 6, Track 9) , Backing Vocals (Track 4) ;
Baco Dì Silenzio - Lead&Backing Vocals ;
Salvo Crucitti - Drums

Recorded at: Anèma Studios Siracusa
Engineering by Dario Giannì
Mixed by Roberto Giannì at Pulp Project Recording Studio
Photos by Giuseppe Lopes
Artwork by Sebastiano Incardona

Dario uses: Warwick & Sire Bass Guitars , Peavy Amp
Lorenzo uses: Fender, Gibson, Ibanez Guitars , Line6 Amp
Salvo uses: Mapex Armory Drums, Plats Paiste, Dw 7000 Series Pedals
Baco uses: Rode NT1-A

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati