Gli Anacondia nascono nel 1995 grazie all’idea di Andrea Canonico (tastiere) e Gabriele Ramilli (voce). Con loro si uniranno Matteo Molinari, Massimo Besozzi (chitarre) e Antonio Sergi. Con diversi musicisti al basso, la formazione si esibirà in vari locali milanesi (tra i quali il Rainbow, il Palacquatica e il Bloom di Mezzago) con un repertorio di brani originali di orientamento prog-dark. Con la defezione dei due chitarristi alla band si unisce Walter Marocchi e al basso, per un breve periodo, Alessandro Zuccolotto (detto Zucco). Con questa formazione i cinque riarrangiano il vecchio materiale originale dandogli un sound più hard rock-progressive, registrando anche un demo di quattro tracce mai pubblicato. Dopo l’abbandono di Zucco la band continua a scrivere nuovo materiale e si esibisce in due concerti con tre tastiere di cui una suonata da Gabriele che simula le parti di basso. Ma nel 2000 finalmente gli Anacondia trovano il bassista e la persona che da anni cercavano: Vincenzo Valerio. Ora la formazione è al completo e da qui partono i veri Anacondia. Con la formazione completa i cinque per la prima volta si esibiranno al Binario Zero di Milano e all’ Indian Saloon di Bresso, registreranno il loro primo demo, “Genesi Instabile” che sarà presentato da alcune radio locali, e continueranno le esibizioni in varie manifestazioni di Milano e provincia. La band è in procinto di pubblicare il primo album ufficiale.

Ultimi articoli su Anacondia