Tracklist

00:00
 
00:00

Descrizione a cura della band

Andrea Manzoni - HE KNOWS EVERYTHING (Another Music records)

Official Release: 24 Novembre, 2017
Pre-Order: 17 Novembre, 2017
Release Vinile: 21 Dicembre, 2017

“HE KNOWS EVERYTHING” è il titolo del terzo album del pianista / compositore Andrea Manzoni. Composto e arrangiato assieme al batterista Andrea Beccaro viene pubblicato dall'etichetta parigina Another Music records e distribuito in tutto il mondo da Believe Music.
È un album concepito per pianoforte e batteria, con un forte impatto melodico che lascia sempre spazio ad un drumming poliritmico, decostruito e progettato dal punto di vista sonoro specificatamente per queste composizioni.
Nove brani che portano l’ascoltatore alla scoperta di paesaggi sonori minimalisti e dal sapore quasi elettronico, modellati attraverso un grande rigore ed una disciplina esecutiva privata del superfluo, senza però farsi mancare esplorazioni sonore impreviste cariche di energia.
Un album coerente, sofisticato, con grande attenzione ai dettagli. L'esperienza di Manzoni come compositore per il cinema, il teatro, la danza e la musica elettronica, accoppiata al lavoro di Beccaro come ricercatore pan-ritmico, soundscaper e programmatore, apre le porte ad un progetto dalle molteplici sfumature.
“He Knows Everything” è un album non solo da ascoltare ma anche da immaginare.

LA LINEA SOTTILE TRA GENERI DIFFERENTI - Oltre l'improvvisazione jazzistica 

Esistono nuove generazioni che lavorano per creare forme innovative di espressione come il trentottenne pianista Andrea Manzoni che, cancellando i confini tra jazz, musica elettronica, classica, rock e pop, va delinaendo uno stile crossover portando le sue composizioni in una dimensione di interazione dal sapore internazionale. 
Manzoni si e guadagnato una grande reputazione nella scena del jazz europeo attraverso le sue composizioni non convenzionali che vanno oltre gli stereotipi del jazz tradizionale: "La musica Jazz viene sempre accostata all'improvvisazione , " dice, " ma ci sono altri modi per afrontare questo genere". La continua oscillazione tra generi all'apparenza lontani tra loro portano l'ascoltatore attraverso un viaggio sonoro dove i delicati equilibri e la sensibilità del pianista emergono in un costante equilibrio

“Andrea Manzoni si definisce un pianista che ha tratto ispirazione dalla provincia industriale depressa in cui è nato e cresciuto, cioè Biella, dove fin da giovanissimo ha lavorato sulla creazione di un personale stile jazz, lontano dalla tradizione musicale italiana. È un artista dinamico, dirompente, con un' energia e una freschezza compositiva degna dei grandi musicisti internazionali con il quali condivide la ricerca di un' espressionea tutto tondo. Uno spirito libero, poliedrico e funambolico e sempre in viaggio” - "Il pianoforte di Manzoni ha un tocco internazionale." La Repubblica    

“I didnʼt think there was anything new that you could do with “Round Midnight”, but he came up with a new approach!” - Lewis Porter, author of “John Coltrane: His life and music”

DAL TRASFERIMENTO IN FRANCIA ALLA CARNEGIE HALL

Nel 2014 Manzoni decide di trasferirsi a Parigi mettendo in discussione quello che aveva costruito e sviluppando un percorso musicale nuovo in grado di permettergli differenti esplorazioni sonore. Dalla rivisitazione della musica armena con la cantante americana Rosy Anoush Svazlian (https://www.youtube.com/watch?v=cwIRU1rkbHw), con la quale si è esibito alla Carnegie Hall per il festival Musical Armenia ricevendo l'invito diretto dell'Armenian Prelacy di NYC e performando come il primo non armeno nella storia di questo festival, alla musica elettronica con il progetto Sjö assieme al musicista Svizzero Marcel Zaes (https://vimeo.com/112381330).
Il principio di contaminazione sonora ha permesso a Manzoni di poter addentrarsi in universi sonoro all'apparenza diversi tra di loro potendo così approciarsi alla musica per il cinema, per il teatro, la danza e le installazioni firmando numerose colonne sonore per la Radio della Svizzera Italiana e produzioni cinematografiche internazionali come compositore e co-compositore.

Credits

Album Tracks

01 Repetitive Clouds
02 Climate Change
03 He Knows Everything
04 Try To Be
05 Shapin’ It
06 The Sample is Simple
07 No Comment
08 A Good Girl
09 You Can Call Your Therapist

Andrea Manzoni – piano, compositions, Andrea Beccaro – batteria, sample.
All compositions and arrangements by Andrea Manzoni and Andrea Beccaro.
Recorded on June 18th-19th, 2017 at Piergiorgio Miotto Studio.
Mixed at GreenCube in Bern by Byörn Meyer.
Mastered at HKB Studio in Bern by Benoît Piccand.
Graphic concept by Elena Lora Aprile
Produced and published by AnotherMusicRecords and Andrea Manzoni.
Distributed worldwide by Believe Music

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati