Atti Pubblici in Luogo Osceno - Quando è già finito testo lyric

TESTO

Te ne sei andata dai pensieri all'alba,
con le luci sottili alla finestra
che si poggiano sul viso senza disturbare.
Te ne sei andata che non era ancora estate,
perché il profumo dei corpi sporchi del mare
non va mai via dalla mente.

Forse a saperlo prima restavo un po' più in giù.
Potrei guardarti svanire nella noia.
ma intanto esisto e non posso tirarmi indietro.
Potrei lasciare scorrere il silenzio,
conoscerti, conoscermi e conoscere tutto il resto.

A Bologna ti hanno rubato il cielo.
l'hanno rimpiazzato con fotografie sbiadite,
e briciole di pane.

E dalle briciole di pane ho ritrovato casa:
era una macchia di caffè sulla camicia bianca,
erano i colori di un quadro di Monet.
E se mai un giorno ci ritroveremo,
sarò con un cielo per te in mano,
ti porterò a scoprire il ghiaccio,
e saremo ovunque nel tempo e nello spazio.

A Bologna ti hanno rubato il cielo.
l'hanno rimpiazzato con fotografie sbiadite,
e briciole di pane.

Forse a saperlo prima restavo un po' più in giù.
Saremo fiabe per bimbi e canzoni per chi beve vino.
Saremo il silenzio, e le lacrime d’autunno.
Saremo il cosmo, il nulla e un orologio rotto.

CREDITS

Testo: Alessandro Siragusa Musica: Atti Pubblici in Luogo Osceno

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Quando è già finito di Atti Pubblici in Luogo Osceno:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Quando è già finito si trova nell'album In fondo vedo il niente assoluto uscito nel 2017.

Copertina dell'album In fondo vedo il niente assoluto, di Atti Pubblici in Luogo Osceno

---
L'articolo Atti Pubblici in Luogo Osceno - Quando è già finito testo lyric di Atti Pubblici in Luogo Osceno è apparso su Rockit.it il 2018-12-07 12:46:47

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia