L'idea Ultimo Controllo nasce quando Jonathan (Franco) Dal Cavaliere, Federico Roverato e Alessandro Pagani studiando nella stessa scuola media cominciano ad accomunare il loro interesse per la musica. L'idea inizia a diventare realtà 5 anni dopo, dando vita al progetto musicale UC che non avevano mai dimenticato. La loro innata creatività molto presto li convince a tralasciare l'iniziale attività cover per occuparsi della creazione di materiale proprio. Il 2004 è l'anno della loro prima volta live e nel 2005 subentra un altro componente nel gruppo, Giovanni Lora, inventore del flying fucking tapping. Nel 2006 l'attività live si intensifica rispetto a 2004 e 2005, e con la sostituzione di un componente del gruppo nell'autunno portato dal vento arriva Andrea Massignani, detto più comunemente Manina. Nel frattempo l'idea di un cd per promuovere il gruppo si fa sempre più seria, e così finalmente arriva nelle prime settimane di febbraio 2007 "Ne", il primo demo autoprodotto. Il gruppo aumenta il suo impegno e i live nel 2007/08. Nelle ultime settimane del 2008 arriva il secondo demo autoprodotto "Sure of my fists", più spinto e coerente con l'evoluzione del gruppo. Durante la registrazione di questo demo Alessandro Pagani di comune accordo lascia gli UC per impegni personali, e il gruppo decide di restare in 4 e di provare ad evolversi ulteriormente. "Vogliamo dare alle nostre canzoni più ritmo, più potenza e convinzione; vogliamo dare all'ascoltatore le stesse emozioni che noi proviamo suonandole." Gli Ultimo Controllo sono ad oggi una band che si distingue per, come direbbe ognuno dei suoi membri, essere sempre diversa dagli altri, e da sè stessa. Nel 2007 si sono classificati: -2 posto al Castellolive Contest. -3 posto al Contest Parrock. Nel 2008: -Finalisti del Countdown Contest. -15emi tra i 20 selezionati per Vicenza Net Music. -1 premio miglior gruppo Marathona rock Contest Dancing 33 Di noi hanno detto : -Ben sviluppati gli arrangiamenti e le strutture nascono su tappeti sonori di tastiera che non sfigurano affatto. Cori e voce si adattano bene al contesto insieme a chitarre e basso, entrambi suonati e maneggiati con disinvoltura dando risultati davvero positivi. Rock sperimentale e melodico, con i soliti assoli che forse un po' stancano ma non dispiacciono nemmeno troppo nel contesto in cui sono inseriti. Non male. (Contest parrock 2007) -Dei geni. Dei veri autentici geni. Ecco come si possono definire a buona ragione codesti fanciulli che dimostrano fin dal primissimo istante di ascolto di essere dei grandi musicisti. Splendidi sono poi i momenti meramente strumentali mentre da incorniciare è la performance del loro vocalist che risulta perfetto a interpretare pezzi in pieno stile Depeche Mode e compagnia bella. (Contest parrock 2007) -Ad inizio serata hanno esordito i più "cattivi" e coreografici, gli Ultimo Controllo da Montecchio. Portabandiera di un filone di nicchia, qual è quello della contaminazione tra metal sperimentale, crossover e hard core, hanno dato vita ad un'esibizione forte e d'impatto. Con un repertorio di propria produzione dai testi in inglese e tedesco, i 5 musicisti hanno saputo carpire l'attenzione del pubblico nonostante la particolarità del genere proposto, anche grazie all'insolita sperimentazione di effetti sonori e al notevole affiatamento. (Vicenza Net Music 2008)

Ultimi articoli su Ultimo Controllo