E senza acqua la terra more

E senza acqua la terra more

Ars Nova Napoli

2019 - Folk

Descrizione

Tralasciando i binari canonici della ricerca etnografica degli ultimi anni, il gruppo ha da
sempre mantenuto un suono proprio senza mai rinchiudersi in repertori classici tradizionali
ed, essendo consapevole del continuo e rapido scambio avvenuto nel tempo tra
numerosissime culture, ha preferito lavorare su melodie e parole comuni a svariate
comunità d'Europa, e non solo. E come i ricercatori del Novecento che hanno riscontrato
altrettante similitudini tra culture diverse, così gli Ars Nova propongono una musica senza
barriere.
Un esempio autorevole è la cantautrice Rosa Balistreri, che combinò valzer venezuelano e
serenata siciliana creando così un nuovo standard della musica popolare: su scala ridotta
ma con lo stesso spirito, il gruppo mischia suoni, parole ed esperienze anteponendo il
gusto personale a quello convenzionale.
Insomma, gli Ars Nova Napoli non si arrendono all'idea dell'appiattimento, della
classificazione e della divisione stringente dei possibili linguaggi musicali: "Siamo figli del
centro storico di Napoli, frequentato costantemente da suoni, lingue e sapori provenienti
da tutto il mondo! Lautari Rumeni, Africani, Capoverdiani a Montesanto, Srilankesi nel
Cavone, l'Oriente a Porta Capuana, Il Pakistan nei Quartieri Spagnoli ci insegnano che la
nostra città è una finestra aperta sulle differenze. Ed è da un simile spirito d'accoglienza
che nasce questo disco!".

Credits

Registrato e missato da Fabrizio Piccolo presso l'"Auditorium Novecento" di Napoli
Masterizzato da Max Carola presso la Maxsound
Prodotto ed edito da Upside srl per Apogeo Records
Distribuito da Altafonte Network

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia