Mai Stato Altrove, il goal dell'ex

Dopo l'esperienza al basso con Tommaso Paradiso e i Thegiornalisti, Gabriele Blandamura porta avanti il suo 'soul d'amore' con "Contento lo stesso"
06/11/2019 14:01

Gabriele Blandamura è un cantautore romano e si esibisce col nome Mai Stato Altrove. Nel 2016 ha pubblicato l'album Hip-Hop e ha girato un po' l'Italia, è socio fondatore di Bravo Dischi e in questi giorni se n'è uscito con un nuovo singolo dal respiro internazionale: Contento lo stesso. Una canzone d'amore diversa da quelle che sentiamo ogni giorno in radio, ricercata e più bella della maggior parte di quelle selezionate per Sanremo Giovani, per dire.

Potete averlo visto in tour col suo progetto oppure potreste aver riconosciuto come ex bassista dei Thegiornalisti, quello che ha suonato nel tour di Vecchio e, soprattutto, in quello di Fuoricampo, che ha fatto da trampolino di lancio alla band per fare quello che tutti sapete.  

Com'è nato questo singolo? Farà parte di un album di prossima uscita?
È nato in modo abbastanza strana. Un annetto e mezzo fa mi sono detto che volevo scrivere una canzone molto semplice, alla FourFiveSeconds di Rihanna, Kanye West e Paul McCartney – che poi altro che semplice: è una bomba – e mi sono messo a suonare quella che sarebbe diventata Contento lo stesso. L’ho scritta alla chitarra e aveva un andamento un po’ più scanzonato. Poi ha cambiato vestito quando ho capito che direzione volevo prendesse il mio nuovo album, che esce tra pochissimo. Non so se abbia senso parlare di concept in un periodo in cui le canzoni vengono ascoltate quasi solo singolarmente, ma nel disco ci sono degli elementi ricorrenti, soprattutto a livello musicale. Elementi che penso e spero si siano già sentiti nei singoli usciti negli scorsi mesi: c'è il minimalismo, quattro elementi in croce con l’idea di fondo che una canzone se è valida si tiene in piedi anche da sola, e infine ci sta sempre la voglia di fare qualcosa di soul, quasi di gospel, facendo sentire il pianoforte forte e chiaro. In Contento lo stesso queste indicazioni si sono tradotte in cori a volume molto alto e nell’eliminazione della chitarra scanzonata.

Belle le canzoni d'amore, ma non hanno rotto un po' le scatole?
Ti rispondo facendo un po’ il bullo: faresti questa domanda a Frank Ocean che ha appena pubblicato un pezzo che si chiama In my room, in cui credo parli di appuntamenti galanti? Scherzi a parte, credo che non sia tanto l’argomento, quanto il modo di trattarlo che può diventare un po’ standardizzato e magari stucchevole. La sfida quando scrivi non è tanto trovare una cosa di cui non abbia mai scritto nessuno, quanto piuttosto trovare il tuo particolare punto di vista sulla questione o la tua sensibilità particolare per raccontarlo. Comunque devo essere sincero, a me le canzoni d’amore stanno ancora abbastanza bene, sono altre le cose che mi hanno un po’ rotto le scatole.

Foto di Rederica RamagnoFoto di Rederica Ramagno

Non te l'ho mai chiesto quindi lo faccio ora, a giochi finiti: come ci si sente ad essere quello che suonava in una band di (abbastanza) successo, che fa il botto gigantesco proprio il giorno dopo?
Qui, a volere essere ancora una volta onesti e seri, ci sarebbe da parlare del ruolo del successo nella musica, del ruolo del successo nella vita, delle ansie e delle soddisfazioni reali che ti dà questo mondo, delle aspettative che hai quando scrivi una canzone e di cosa ti porta a sentirti davvero appagato. Se vi va un giorno magari pensiamo a una rubrica tipo terapia musicale di gruppo o terapia di gruppo musicale e vediamo che esce fuori. Comunque in realtà per me suonare nei Thegiornalisti è stato (quasi) solo molto divertente e mi ha permesso di scoprire quanto è tranquillo fare un concerto per una band in cui non scrivi la musica e quindi in cui non ti senti di dovere rappresentare al 400% tutto quello che succede sul palco. Un’esperienza che consiglio a tutti.

---
L'articolo Mai Stato Altrove, il goal dell'ex di Simone Stefanini è apparso su Rockit.it il 06/11/2019 14:01

Tag: singolo

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati