La nuova canzone di Morgan è bella e imbarazzante allo stesso tempo

Dopo 12 anni e mille cazzate, Morgan ritorna in maniera insperata con una canzone: "Battiato (Mi spezza il cuore)". Un pezzo con gusto e un arrangiamento intrigante, e altre cose meno indimenticabili. La dimostrazione che la musica è il campo in cui può ancora dare qualcosa

Morgan e Franco Battiato
Morgan e Franco Battiato

Morgan deve darsi pace, fa intimamente male vedere un talento sprecato così tanto, che guadagna le cronache solo per episodi di gossip. Non se ne può più di Morgan contro tutti, che siano Bugo, Calcutta, i Subsonica, Amadeus, la Rai, Sky, le ex compagne, basta. Un artista dovrebbe tenere la sfera privata per sua stessa definizione più privata possibile e farsi conoscere per la propria arte, non il contrario. Altrimenti viene da pensare che il tocco magico sia irrimediabilmente perduto e che ormai non resti altro che vendere pezzi della propria vita. Noi continuiamo a sperare che non sia così, basterebbe una bella canzone per farci tornare la passione, senza quella la pazienza è ormai esaurita.

Così finiva il nostro ultimo articolo in materia di Marco Castoldi in arte Morgan, che abbiamo pubblicato a fine luglio in seguito alla litigata tra lui e Max Casacci dei Subsonica, con un corollario di insulti proferiti da Morgan su Instagram e un'enorme pazienza del producer torinese.

Avevamo scritto che sarebbe bastata una canzone, e quella è arrivata. Nove anni dopo l'ultimo pezzo pubblicato su Spotify, da Spirito e virtù del 2013. Il titolo non lascia spazio a troppi fraintendimenti: Battiato (Mi spezza il cuore), un'ode a Franco Battiato scomparso il 18 maggio del 2021, suo maestro e amico, con cui Morgan ha suonato e a cui è stato molto legato.

Dunque, finalmente, ci troviamo ad ascoltare e a parlare di musica, non di tutto un corollario di esperienze poco edificanti che hanno accompagnato il cantautore negli ultimi anni. La canzone era già stata eseguita durante il documentario Il coraggio di essere Franco, ma anche durante la trasmissione Domenica In del 15 maggio scorso, ma è solo oggi che arriva ai suoi fan in tutte le piattaforme di streaming come parte di un ep che contiene 5 versioni dello stesso pezzo.

 

C'è la radio cut, la versione colonna sonora del documentario, la versione sinfonica, l'arrangiamento orchestrale e la versione estesa da quasi 10 minuti. La canzone com'è? Il testo è sincero ai limiti dell'imbarazzo, partendo già dal titolo. Qualche frase sopra le righe, ma altrimenti non sarebbe Morgan: "E’ sempre stato gentile, molto diverso da tutti, e per questo mi ricorda me stesso".

Parla dell'amicizia con Franco Battiato che gli spiega le fasi lunari ed è un passaggio commovente. lo paragona a suo padre, a un bambino e poi ci fa montare nella giostra della sua metrica che è un saliscendi di immagini, emozioni, ricordi, materiale da cut-up alla Burroughs. Non tutte le frasi sono riuscite al massimo, ma si sente l'urgenza espressiva dietro ogni concetto.

La musica, su quella c'è poco da scherzare: la melodia che fa da ritornello è aperta, sinfonica ma Morgan riesce nell'intento di scrivere una canzone su Battiato che ricorda Battiato senza che quest'ultimo sia una presenza ingombrante nella composizione, che è una crasi tra il Morgan solista dall'appartamento e quello dei Bluvertigo, sintetico, bowiesco, new romantico, la canzone italiana degli anni Sessanta, il tutto cucito insieme da tempi dispari, acustici ed elettronici, sintesi e barocchismo, nello stile che è un po' il marchio di fabbrica di Morgan.

Alcuni momenti sono più emozionanti di altri ma nel complesso è una canzone molto interessante, un ritorno alla discografia che potrebbe promettere un futuro musicale, ma con Morgan è d'obbligo l'attenersi al presente senza fare voli pindarici, per non essere traditi di nuovo, come ascoltatori, dalla sua discontinuità e dalle sue intemperanze che lo rendono tanto artista maledetto quanto insopportabile.

 

Insomma, Morgan ha pubblicato una canzone degna di questo nome, che aveva iniziato a scrivere quando Franco Battiato ha iniziato ad accusare i sintomi della malattia che avrebbe portato la sua preziosa mente a perdere un po' della sua luce, e oggi ha deciso di condividerla con noi. Non è un capolavoro, ma è un passo verso una certa normalità e una certa struttura che potrebbe solo giovare al Morgan musicista, per aprire di nuove cornici dentro le quali disegnare ciò che vuole, rientrando nell'ufficialità, nel campionato in cui giocano tutti gli altri, senza doversi affidare a stralci di canzoni o boutade lanciate sui social media che fanno solo rimpiangere il Morgan che fu.

 

 

---
L'articolo La nuova canzone di Morgan è bella e imbarazzante allo stesso tempo di Simone Stefanini è apparso su Rockit.it il 2022-08-02 10:05:00

Tag: singolo

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia