Siamo rimasti vedovi: le pagelle finali di X Factor 2020

Cosa avrà meritato Blind, secondo i nostri giudici? E Manuel Agnelli? Smettetela di fare domande e aprite l'articolo

Simone Stefanini e Dario Falcini si sono trovati spesso e volentieri il giovedì sera a messaggiarsi come due zie che guardano Love Actually, per scambiarsi battute e opinioni su X Factor Ventiventi, appena concluso. Qualcosa li ha trovati d'accordo, altre li hanno fatti litigare, creato risentimento, passivo-aggressività, disturbi della personalità. È il mestiere più bello del mondo, dopotutto.

Alla fine di questo lungo viaggio – nel momento in cui vengono cancellate bestemmie e foto da nascondere alla Polizia Postale dalle chat WhatsApp –, ecco i loro voti ai protagonisti di questa edizione del talent Sky. Senza che nessuno veda quelli dell'altro, per poi confrontarli e riprendere a litigare. Dopo un po' i voti li ha dati solo Dario, perché Simone non ha capito le consegne o più probabilmente ha fatto finta di farlo. La trattativa per guardare assieme anche Masterchef è in corso, se ne stanno occupando i loro avvocati. 

Alessandro Cattelan

S: Il mattatore di Sky ha mollato il colpo e la rete dopo 10 anni di X Factor, e questa è stata un'edizione parecchio dura per lui, che ha preso pure il covid a metà. Eppure, ad oggi, non riesco a pensare al suo possibilie sostituto. 7 per l'edizione, 9 per il percorso

D: Una volta ho passato un pomeriggio a cercare versi di 12 sillabe nella Divina Commedia per la smania di rompere il cazzo a Dante Alighieri. Ad Alessandro Cattelan non ci provo neanche: troppo bravo a fare quello che fa. 10

Emma Marrone

S: Profetessa dell'onestà e della sincerità che sembrava di essere a un comizio di Di Battista, non mi sembra abbia dato un singolo commento tecnico su musica o arrangiamenti. S'è ripresa nelle ultime puntate, ma resta un mezzo passo falso. 4

D: Mentre i colleghi giocavano a fare Iggy Pop e Suge Knight, lei copriva lo show in quel grande centro che è il pubblico generalista. E annoiava a morte quelli come me. 5

Mika

S: La popstar internazionale talmente famosa che un giorno sì e uno no è in Italia, quest'anno ha smosso un po' le acque e ha giocato di astuzia. A volte subdolo, a volte ai limiti del demonio col sorriso d'angelo, è riuscito nell'intento miracoloso di portare Naip in finale.

D: Cultura musicale enorme e grande senso dello show. Molto fico. 7,5

Manuel Agnelli

S: A parte quando gli è partito l'embolo per i Melancholia, è quello che alla fine della fiera c'ha fatto la miglior figura. Sa come catturare l'attenzione, scomodo ma gigione e paraculo quando serve, feconda milioni di italiane col petto nudo. 8

D: Dicono che sia un grande paraculo, ma io trovo che sia ingiusto: lui è un enorme paraculo. Però – a meno che voi non consideriate peccato in sè salire su quel palco, e a quel punto c'è poco di cui discutere – quest'uomo ci ha fatto sentire tre gruppi più che godibili suonare canzoni strepitose, in un caso accompagnati da un ospite da lacrimoni. I suoi discorsi sulla musica e la discografica – al netto dell'ipocrisia, per chi la vede – sono stati giusti e importanti e negli anni ha acquisito una televisività molto spiccata. Il torso nudo di ieri sera mi trova perplesso, ma sarà che ho studiato dai monaci trappisti.

Hell Raton

S: Manuelito parte benissimo nelle audizioni, sembra quello più a fuoco, ma nei live si caca un po' addosso e rovina le sue ragazze con produzioni troppo ingombranti. Avesse fatto un passo laterale sarebbe da 7, ma si becca un 5 e ci sta pure largo, nonostante la vittoria.

D: Troppo rispetto per Manuelito e per la storia di Machete per passare sopra ai suoi cuoricini con le mani e alla sua operazione tesa a rendere la musica di X Factor del tutto simile a quella che spopola in vetta alle classifiche di vendita, cioè brutta. 5

Casadilego

S: Vincitrice annunciata già dalle adizioni, Elisa è giovanissima e canta bene, ma mi trasmette davvero poco. Stizzita quando le facciamo notare che la svolta urban non ci piace, se non vuoi le critiche stai a casa, no? 6

D: Con quella voce e quella personalità, a soli 17 anni, può diventare tranquillamente Rosa Balistreri così come Baby K. Le auguriamo la seconda, ci auguriamo la prima. 7

Little Pieces of Marmelade

S: Formazione a due a cui manca un basso e un cantante più versatile, e loro la buttano sulla furia. A volte funziona, altre no, mi sembra che anche loro alla fine se la tirino più del consentito, ma almeno mi hanno dato una scossa ogni tanto. 7

D: Che un gruppo come loro sia arrivato secondo a uno show del genere può voler dire solo due cose: il rock and roll sta tornando e a breve cominceremo tutti a mangiare pipistrelli alla faccia dello spillover, oppure il sistema di conteggio dei voti di X Factor era fallato come quello della Georgia per i Repubblicani. Resto col dubbio e nel dubbio apprezzo molto quello che hanno fatto. 8 

Blind

S: Non sono idiota, lo capisco perché piace, sembra nato apposta per piacere. È che non è cosa mia, è roba per le fan di Amici, non per un disilluso che vive in campagna da solo. 3

D: Non posso accettare che uno che pare un sicario della Mara Salvatrucha si commuova ogni puntata come una "chiagnimorti" di Otranto. Se pensate che fermarsi all'apparenza sia una cosa molto brutta, non avete sentite le sue canzoni. 3,5

Naip

S: Michelangelo è ben strano, e mi piace di più quando è intenso, molto di meno quando fa cabaret. Purtroppo, Mika non conosce bene il mondo da cui Naip proviene, e gli fa fare anche troppo il personaggio comico, che alla fine stucca. In media comunque 7

D: Sempre per quel discorso di Dante Alighieri, ho pensato per almeno cinque settimane che fosse un fake e ho fatto di tutto per dimostrarlo a me stesso. Nulla da fare, lui è un artista per davvero e il fatto che fosse ad X Factor nulla toglie alla sua bravura (e trasversalità). 8,5

Ospiti

S: Edizione francescana, poco sfarzo e pochi soldi, pare. Quando gli ospiti sono i Maneskin, Sofia Tornambene, Elio, Madame, tutta la crew di Machete, Fedez, gli stessi giudici e i Negramaro alla fine, be', non è che il giorno dopo gongoli. Colpaccio Alberto Ferrari, che suona, saluta e se ne va. 5

D: Viva l'autarchia. Peccato per l'esclusiva dei Legnanesi con la concorrenza. 5

Show

S: Da una parte balletti e scenografie non indimenticabili, dall'altra chi se ne frega di tutti quegli orpelli? Se ci fate caso, X factor è figo solo prima dei live, quando i cantanti sono al naturale e non è ancora calata la pesante mano della produzione a rifargli look, trucco, parrucco, arrangiamenti. Forse è il momento di lasciarli come sono? In ogni caso, quest'anno uno scouting all'altezza, in media 6

D: Mentre tutto il resto diventa X Factor (anche la Prima della Scala), lo show cerca nuove formule più equilibrate e meno costose, con il gioco di prospettive tra palchi e un po' di riciclo nelle scenografie. Nel complesso ci si guadagna. 7

Regolamento

S: La cagata di contare gli stream su Spotify è una scure che taglia ovviamente le proposte più personali in favore di quelle teen, e infatti all'inizio è tutto un trappare, finché anche gli eunuchi si sono rotti i coglioni e, dai giudici, sono partite scintille. Non abbiamo bisogno di un boost per Spotify, ci pensa da sé a fare monopolio. 4

D: Tra i campanacci della corrida e gli stream di Spotify, non ho alcun dubbio di quale sia il sistema più meritocratico. 4

Mydrama

D: Nei suoi occhi, quando doveva dire di essere felice e a suo agio con quello che stava facendo, ho visto la fine dell'Occidente. 4

CMQmartina

D: Cosmo donna e in the making, che di per sé è un'ottima prospettiva. Ma per favore basta classiconi con la cassa dritta: la riabilitazione dell'autoscontro va fermata al più presto. 7

Melancholia

D: Super come tipi e come musicisti. Ma in mezzo tra le esibizioni avveniristiche sul palco di X Factor e un ep che suona come parecchi altri di fine '90, ci sono tutti i meccanismi su cui viene costruito uno show televisivo. 7

Vergo

D: Ma quindi si è capito se questo autotune è uno strumento o meno? Chiedo per un amico liutaio. 6,5

Blue Phelix

D: È uscito da un film di Will Ferrell e noi non lo sappiamo, o forse sono solo limitato dai miei riferimenti culturali. 5

Manitoba

D: Apparire molto stronzi quando si è simpaticissimi è una dote, per quanto non molto invidiabile. Fatto sta che erano molto più bravi e solidi musicalmente di quasi tutto quello che è arrivato fino in fondo. 7

Santi

D: Simile a un sacco di cose, nessuna delle quali particolarmente piacevole. 5

Eda Mari

D: Avesse avuto 7 anni di meno poteva essere prodotta da Strage e arrivare in semifinale. Poi dicono che l'età non conta. 6

---
L'articolo Siamo rimasti vedovi: le pagelle finali di X Factor 2020 di Simone Stefanini e Dario Falcini è apparso su Rockit.it il 2020-12-11 14:23:00

COMMENTI (7)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • dli.ferrarag 4 mesi Rispondi

    Sparare a zero senza articolare un minimo di discorso, tutti ci siamo adattati alla situazione Covid e tutti noi che lavoriamo ci siamo dovuti accontentare di prestazioni meno brillanti del solito, senza entrare nello specifico. Trieste commento valeroma

  • valeroma 4 mesi Rispondi

    edizione scadente in tutto, giudici compresi. meglio passate edizioni. speriamo bene nel 2021. agnelli nudo patetico.

  • dli.ferrarag 4 mesi Rispondi

    Alla fine almeno sui giudici di questa edizione i commenti sono unanimi, Agnelli ha oscurato i suoi colleghi. Il suo eloquio ha affascinato, sicuramente i discorsi sono preparati, ma per alcuni di loro sembravano scritti in aramaico antico. Oltre ad essere un bravo musicista ed avere una buona presenza, Agnelli parla bene l’italiano e sa giocare con le parole, bravo davvero. Comunque tutto sommato è stata una bella edizione, anche perché non ci sono altri programmi musicali in televisione e si sa : quando sei l’unico sei per forza il migliore!

  • cecilyzeldabang 4 mesi Rispondi

    Bravissimi ! Meglio questo articolo di tutta Xfactor

  • faustiko 4 mesi Rispondi

    Mi avete fatto sorridere molto.

  • simonestefanini 4 mesi Rispondi

    Mydrama: 6 per le potenzialità che potrebbero arrivare a 8, 4 per il percorso. Cmqmartina: 8 prima di X factor (eh, mi piace), ora boh, attendo. Melancholia mi hanno troppo sdubbiato quando sono stati eliminati e non m'è piaciuto il disco. 6. Vergo è tutto: 8. Blue Phelix non ho proprio capito cosa vuol fare, quindi 5. Manitoba ormai sono amici miei non posso votare, Santi e Eda Mari 3. Fatto.

  • simonestefanini 4 mesi Rispondi

    Non avevo capito :( Farò in modo di aggiungere i miei voti qui, anche di Masterchef