Buon compleanno Tomás Milián, 10 grandi colonne sonore ed una sorpresa

Tomas MilianTomas Milian
03/03/2015 di

Oggi Tomás Milián compie 82 anni e vogliamo festeggiarlo come si deve, perché ha lasciato una traccia indelebile nella nostra formazione di uomini tutti d'un pezzo, di coatti risolutori di problemi, di latin lover vestiti a caso. 

Il suo vero nome è Tomas Quintin Rodriguez, è nato a L'Avana (Cuba) ma è naturalizzato statunitense. Ha girato moltissimi film spaziando tra i generi più disparati, dal poliziottesco all'italiana al dramma d'autore, dal kolossal americano alla commedia erotica, la commedia trash ed il western.

Tra le sue interpretazioni indimenticabili, grazie anche al doppiaggio in romanesco del compianto Ferruccio Amendola, il commissario Nico Giraldi oppure Sergio Marazzi detto er Monnezza, che negli anni '80 gli hanno dato la notorietà, grazie anche alla spalla comica (e al grande amico nella vita) Bombolo.

Poi i film con Bertolucci e con Antonioni, il ritorno negli USA per lavorare con Oliver Stone (JFK), con Steven Spielberg (Amistad) o con Steven Soderbergh (Traffic). La sua filmografia è davvero sterminata, forse però non tutti sanno che Tomás è anche stato un cantante beat, con la sua Tomas Milan Band, composta anche da Ray Lovelock (un attore piuttosto famoso al tempo), Maurizio Luzi, Aldo Colangelo, Mario Piccinno e Peppe Colella. Nel 1966 girarono i Piper Club d'Italia e pubblicarono alcuni singoli:

Tomas Milian Group - "La Piazza"- "Il Cavallo Bianco" (1967)

Tomas partecipò anche come guest agli spettacoli di Giorgio Gaber ed interpretò le canzoni di alcuni suoi film, come "Corri uomo corri" di Sergio Sollima 

Tomas Milian, Bruno Nicolai - "Corri uomo corri" (1968)

Durante il suo periodo di maggior successo come attore, anche le colonne sonore dei suoi film sono diventate mitiche, ben più che semplice tappeto musicale d'accompagnamento.

Da Ennio Morricone agli Oliver Onions, passando per canzoni pop, musica electro anni 80, classici in romanesco e tutto quel funky notturno dal groove facile, tipico dei poliziotteschi, fonte massima d'ispirazione per i Calibro 35.  

Ecco una playlist di pezzi indimenticabili o da riscoprire:

G & M De Angelis - "Squadra antiscippo" (Bruno Corbucci,  1976)

 

Alberto Griso - "Nun ce vojo sta" (Squadra Antifurto - Bruno Corbucci, 1976)

 

Franco Micalizzi - "La banda del gobbo" (Umberto Lenzi, 1977) 

 

Viola Valentino - "Sola" (Delitto sull'autostrada - Bruno Corbucci, 1982)

 

Franco Micalizzi - "Roma a mano armata" (Umberto Lenzi, 1976)

 

Aldo Donati - "E lassame perde" (Squadra Antimafia - Bruno Corbucci, 1978)

 

Ennio Morricone - "Milano Odia" (Umberto Lenzi, 1974)

  

Ornella Vanoni - "Insieme a te" (Non si sevizia un paperino - Lucio Fulci, 1972)

 

Giorgio Cascio - "La ballata del trucido" (La canzone di er Monnezza) (Il trucido e lo sbirro - Umberto Lenzi, 1976 e La banda del trucido - Stelvio Massi, 1977)

 

 

Tag: Retroterra

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto