Il progetto Automatic nasce nel giugno 2009 per merito di sei amici provenienti da realtà musicali differenti ma affascinati dal sound dell’Indie rock inglese con influenze elettroniche.
Il primo riconoscimento arriva nel 2010 con la vittoria di Fastidi Sonori a Nizza Monferrato, loro città d’origine, che permette di registrare il loro EP presso il Triton’s Studio di Gaetano Pellino. L’EP esce a Febbraio 2011 con il titolo “Life&Color” e permette ai “provinciali” Automatic di uscire dalle loro mura.
Gli Automatic infatti sono stati i vincitori di diversi festival: Wanted Primo Maggio 2011 all’Hiroshima di Torino, Tutti contro tutti di Castagnole Lanze (AT), Fiera della Musica di Azzano Decimo 2012 (PN), con la possibilità di condividere il prestigioso palco con Statuto, Casinò Royale e Madness, e il Bologna Music Festival nell’estate 2013, nella sezione band emergenti.
Tra gli altri, hanno anche partecipato al Miscela Rock Festival di Strambino e al MEI Supersound di Faenza con buoni risultati e altri molti live come alla Fnac di Grugliasco, al Diavolo Rosso di Asti in apertura ai milanesi “Cavour” e Reset Festival in piazza Vittorio a Torino.
Terminano un 2013 pieno di soddisfazioni partecipando allo Xanax Off Festival allo “Spazio 211” di Torino e suonando come band d’aperura ai Lombroso e Marlene Kuntz al “The Hill Music Festival”.
Hanno appena terminato il loro secondo lavoro in studio, presso “l’Archensiel Home Recording Studio” di Asti, affidandosi, per il mastering al prestigioso Greenfog Studio di Genova.
Il cd si intitola “Whatliesahead” e viene pubblicato nell’aprile 2014.
Il 2014 prosegue con alcuni live molto importanti, come al Lucrezia a Genova, all’Astoria e alle Officine Corsare a Torino e con la partecipazione alla rassegna “Sui giovani d’oggi ci scatarro su” presso il birrificio IndiependenteCitabiunda, un appuntamento settimanale con artisti di notevole rilievo nazionale, come Fuzz Orchestra, Pierpaolo Capovilla e Daniele Celona.
Con l’uscita dei nuovi singoli appartenenti al cd “Whatliesahead” gli Automatic riescono, inoltre, ad ottenere importanti riconoscimenti nel panorama musicale di Torino, trovando l’interesse degli addetti del settore che spingono la band astigiana a realizzare un EP in lingua italiana.
Attualmente, quindi, si stanno nuovamente dedicando alla produzione artistica, con la matura e decisiva svolta della lingua madre, senza trascurare, però un’intensa attività live che li porterà in giro per il nord Italia.