Balagan - Ascolta e Testo Lyrics Nebbia

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

IL CARRO DEI GITANI, SI MUOVE SENZA FESTA.
CAVALLI SENZA FIATO CHE NASCONDONO LA TESTA.
LA TERRA COME FANGO, E IN TASCA SEMPRE NIENTE
FANGO COME PIETRA E IN TASCA ANCORA NIENTE.
IL GORGA L’HA DETTO, MA NESSUNO HA CREDUTO
CHE IL TEMPO MUTAVA E SAREBBE PIOVUTO
NESSUNO HA CREDUTO, E QUESTO È QUANTO
PIOVE, COME SE DIO FOSSE UN BIMBO
E QUESTO IL SUO PIANTO.
LUNA CELATA DIMMI DOVE CERCARMI
DAMMI UN INDIZIO, CH’IO POSSA ORIENTARMI
LUNA DI SETA CHE CHIAMI IL MIO NOME
DIMMI CHI SONO E DIMMI ANCHE COME…

NEBBIA. PALLIDA LA NOTTE.
BIANCA. LA LUNA SE NE FOTTE.


SIAMO PERSI, PERDUTI, SMARRITI E INCOMPIUTI
SIAMO GRIDA NEL VUOTO CHE CHIEDONO AIUTI
SIAMO PIETRE DI FANGO, SCIOLTE DA PIOGGIA
SIAMO DEI PIEDISTALLI, SENZA NIENTE CHE POGGIA
IL GORGA L’HA DETTO, MA TUTTI HANNO TACIUTO
E ADESSO È TROPPO TARDI , PER CHIEDERE AIUTO
PER CHIEDERE AL TEMPO ANCHE UN SOLO SECONDO
PER CHIEDERE PERDONO ALLA NINFA DEL MONDO.
LUNA CELATA DIMMI DOVE CERCARTI
DAMMI UN INDIZIO, CH’IO POSSA TROVARTI
LUNA DI SETA CHE CHIAMI IL MIO NOME
DIMMI CHI SONO E DIMMI ANCHE COME…

Album che contiene Nebbia

album Nonostantetutto - BalaganNonostantetutto
2013 - Cantautore, Folk, Blues
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati