Leggi la recensione Video in questo album (4)

Descrizione

Supponete un’estate, ed una vacanza.
Metteteci dentro una scanzonata compagine di ventenni a Lake Tahoe: le sdraio in plastica, le birre ed i marshmellow verranno da sé. Coricatevi e fissate pigramente il sole che va calando sull'acqua piatta: rimbalzate qualche sasso sul lago e dissetatevi con la lattina sudata che sta raffreddando la vostra mano sinistra.
Le camicie a maniche corte, le sneakers, la compagnia tutta rivolta al tramonto: ogni cosa è al proprio posto. Mentre i raggi si fanno più diretti e più rossi i toni gli occhi cominciano a farvi male, l'iride si vuota: tanto bianco, fastidio. L'oculista che si palesa al vostro fianco vi informa che si tratta di fotofobia, nulla di grave: siete ipersensibili alla luce. Lo specialista sparisce dopo avervi recato la buona novella; voi non vi scomponete, indossate gli occhiali da sole polarizzati che spuntano dal vostro taschino a fantasie tropicali e scrivete un disco.

Questo è un buon riassunto dell’estate di Luca, metà italiana della band, nella California del sodale Sam: i Baseball Gregg hanno visto la luce, e ne sono rimasti abbagliati.
Invece di un'orazione alla Vergine hanno scritto Vacation: mezz'ora abbondante di mellotron tropicali che nuotano attraverso l'Oceano Pacifico – arrivando sino ad Hiroshi Sato ed Eiichi Ohtaki (il city-pop nipponico che echeggia dissoluto in Pneumatic Girl e On The Screen) e di riff chitarrosi del miglior laptop-rock anni zero (Regatta).
In questo pomeriggio californiano c'è la melodia di Bruno Martino e c'è la genetica Pavement di un cittadino di Stockton: dal torrido garage di Burn Up alle architetture indie-pop di Sad Sandra , il filo conduttore è la luce soverchiante, è il rumore del mare.
Nemmeno il tempo di un ultimo tuffo in piscina ed è già tempo di partire: l’estate è finita, e con essa anche la Vacation: il malinconico congedo è affidato alla nostalgia di Saudade, scritta a bordo di un ideale aereo di ritorno e metaforico punto di continuità circolare tra l’omonimo EP d’esordio dei Baseball (uscito nell’autunno 2014) ed il primo full length, Vacation.

Credits

Tracklist
SIDE A: 1.Vacation 2.Pneumatic Girl 3.Sad Sandra 4.Palace 5.Ulysses
SIDE B: 6.Vacation II 7.On A Bus 8.On The Screen 9 Regatta 10.Burn Up 11. Vacation III 12.Saudade

Registrato e mixato a Stockton (Ca.) tra Luglio e Agosto 2015 dai Baseball Gregg. Il sax in Palace è suonato da Isaac Lòpez. Masterizzato a Seattle da Dylan Wall ad Ottobre 2015. Collage e layout a cura di Stefania Corneti. Comunicato a cura di Giacomo Manghi (versione italiana) e John Steiner (versione inglese).
I Baseball Gregg sono Samuel Regan e Luca Lovisetto.
soundcloud.com/baseball-gregg
www.labarberiarecords.com/

Commenti (1)

  • effepunto 13/05/2016 ore 13:49 @effepunto

    gustoso

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati