Leggi la recensione Video in questo album (3)

Descrizione

Esce il 20 aprile il primo omonimo full-lenght di Bruno Belissimo, Dj/Producer e polistrumentista italo-canadese.
Funk, Italo Disco, Masters At Work e la Deep House, French Touch, Brassica, Soul Clap, Dan Lissvik, Todd Terje e lo Space scandinavo, atmosfere lounge e baleariche, B-movie, synth vintage, sax, 909, bass-line, beat minimali, ironia tutta italiana e perfezionismo tutto canadese… questo è il sound di Bruno Belissimo, con un unico comun denominatore: il “groove”, così come lo concepiva (ma senza riuscirlo a spiegare) James Brown.
Attivo come membro dei Low Frequency Club e come collaboratore di vari artisti italiani e internazionali, Bruno inizia ad accumulare il materiale per questo disco nel corso dell’ultimo anno e mezzo. Un anno molto intenso, in cui è prima in giro per l’Italia (in tour come bassista di Colapesce), poi in giro per il mondo (Parigi, Medio Oriente, Berlino, Londra e Cile). Una volta stabilizzatosi (per così dire), Bruno riprende il materiale per rielaborarlo nel modo più spontaneo possibile, secondo la regola del “non pensare molto”, ma lasciando che tutto venisse da solo (regola questa valida per tutto il concept: dai suoni, agli arrangiamenti fino alla scelta della copertina e del titolo del disco… semplicemente Bruno Belissimo).
Funk moderno, vivo, Italo Disco sì ma con degli elementi del tutto nuovi. Le canzoni vengono spogliate e ridotte all’essenziale fino a raggiungere “lo swing” (come direbbe qualcuno), per poi rivestirle con ciò che veniva più naturale: voci campionate qua e là senza sapere in che lingua fossero, chitarre funk e tastiere che rimandano ad un chiaro immaginario dance. Il tutto condito dal sax di Gaetano Santoro (ex Roy Paci & Aretuska) e dalle percussioni del gemello Bonito Belissimo (già con Bruno nei Low Frequency Club). Il resto è una produzione “in famiglia”: Marco Caldera (collaboratore storico) ha mixato il disco nel suo Glashaus Studio a Bologna, mentre Mike Marra (altro italo-canadese) si è occupato del mastering nel Joao Carvalho Studio di Toronto.

Credits

Prodotto e registrato da Bruno Belissimo
Mixato da Marco Caldera al Glashaus Studio di Bologna (IT)
Masterizzato da Mike Marra al Joao Carvalho Mastering di Toronto (CA)
Sassofono, quando presente, Gaetano Santoro

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati