Carlomagno - Testo Lyrics Ballata delle barricate

Credits Ballata delle barricate

Testo e musica di Salvo Ricceri

Testo della canzone

Verde fiato d'autunno,
unghia lerce d'erba e sassi,
teste rotte, strette di mano,
violenze e brividi ed iridi rossi.

I celerini hanno i tuoi stessi anni:
pestano e ringhiano e battono i panni,
solo che i panni hanno dentro persone.
Grido, e gridando ti chiamo per nome.

Mille e poi altri mille modi per offendere i passanti,
per avere dei consigli in tasca e non chiedersi quanti,
per aprire le finestre al vento e svegliarsi già pronti,
per trovarsi a pochi passi in strada e sentirsi distanti.

Genova, fumo e parole per aria,
brande infinite per brevi coperte,
sirene e sushi. Ti tocco per gioco,
dov'è che passerai la notte?

I celerini sono stanchi e si vede:
calciano i resti con un solo piede.
I celerini sono stanchi e si sente:
leggi DeLillo, mi baci la fronte.

Mille e poi altri mille modi per guadagnare punti,
per disertare matrimoni, riunioni, appuntamenti,
per tagliare nomi dai giornali, incollarseli ai denti,
per naufragare nei piumoni, sperduti e pesanti.

Mille e poi altri mille modi per scomodare i santi,
per pagare il mondo con la cenere e bruciare i contanti,
per tracciare le infinite strade tra infiniti punti,
incontrare altre mani in un letto e scoprirsi contenti.

Album che contiene Ballata delle barricate

album Nuova Enigmistica Musicale Tascabile - CarlomagnoNuova Enigmistica Musicale Tascabile
2014 - Cantautore, Lo-Fi, Alternativo
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati