Carlomagno - Testo Lyrics Ti avrei salvata

Credits Ti avrei salvata

Testo e musiche di Salvo Ricceri

Testo della canzone

Come sai pregare bene
quando è tardi anche per farsi compagnia
e il soggiorno è un quadro stinto
in mezzo ai mille altri quadri senza nome
che hai trovato tra i banchetti in piazza Dante.

Fuori è tempo di controlli:
l'assessore al grigio pubblico ha deciso
che i miei amici sono tutti in malafede,
l'ignoranza costa meno e piace a tutti.
Il teatro chiuderà.

Ma tu non hai bevuto quasi niente
e quasi non hai aperto bocca.
Non credevo fossi tanto sciocca
da cercare colpe
in qualcuno, in qualcosa
che sia altro da noi due

Ed io ti lascio col dubbio.
ed io ti lascio col dubbio,
ed io ti lascio col dubbio
che senz'altro
saprà farti compagnia
più di quanto
qualunque uomo o idea
potranno fare mai.

Fuori è tempo di catene
e del latte che ho versato per le scale
proprio quando ho visto piangere i tuoi occhi
di empatia, lacrimogeni e apprensione
per quei corpi sull'asfalto.

Nel teatro sono in tanti:
soldatini in caschi blu con mani sporche di sigilli
hanno decretato che non è più bello ciò che piace
se non ha autorizzazioni, timbri
e mani da baciare.

Ma tu non hai niente da invidiare
alla folla delle piazze
sono poche le ragazze
che hanno tutto quel rumore
tra i neuroni e le parole
e lo nascondono così.

Ed io ti lascio col dubbio,
ed io ti lascio col dubbio,
ed io ti lascio col dubbio
che senz'altro
saprà farti compagnia
più di quanto
qualunque uomo o idea
potranno fare mai.

Ti avrei salvata
ma il pericolo non sembrava sincero.
Ti avrei salvata
ma credevo fossi già al sicuro.
Ti avrei salvata
se non mi fossi fermato ad un passo.
Ti avrei salvata
ma ero impegnato a salvare me stesso.

Album che contiene Ti avrei salvata

album Nuova Enigmistica Musicale Tascabile - CarlomagnoNuova Enigmistica Musicale Tascabile
2014 - Cantautore, Lo-Fi, Alternativo
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati