Affetti con note a margine

Carmine Torchia è uno che scrive canzoni e aforismi, che vuole bene ai poeti, ai cantautori, ai bambini, ai musicisti, ai cani. La sua musica è un calderone in cui poesia, elettricità, chanson, psichedelia, elettronica, musica territoriale e sinfonica si mescolano in maniera inaspettata.
Il suo primo disco, "Mi pagano per guardare il cielo", è uscito nel 2008 per Castorone.
Ha girato, ha cantato e suonato per strada e nei locali in un viaggio chiamato Piazze d’Italia (sulle tracce di de Chirico), un tour durato quattro mesi, per un totale di circa 9000 km percorsi, 130 ore di viaggio, e molte copie vendute. L’incredibile esperienza di Piazze d’Italia diventa anche un libro (Prospettiva editrice), un cortometraggio e uno spettacolo teatrale. Altri tour vedono l’apolide musicista impegnato in una incessante attività live, durante i quali canta e suona prima di Stefano Rosso, Peppe Voltarelli, Niccolò Fabi, Eugenio Bennato, Moltheni, Tonino Carotone, il Parto delle nuvole pesanti e Andrea Chimenti.
Assieme a Peppe Fortugno produce "Bene." , il 16 settembre 2013 per Rurale/Audioglobe con la collaborazione di Roberta Cartisano.
A due anni di distanza, l'11 settembre , arriva il nuovo album, "Affetti con Note a Margine" pubblicato su Private Stanze /Audioglobe. L'album è stato anticipato dal video "Dio Non è un Santo" presentato in anteprima su Il Mucchio.