Casa - Scarica e Ascolta e Testo Lyrics Ho conosciuto le tue ossa di femmina

Brano

Testo della canzone

Ho conosciuto le tue ossa di femmina
Quando i piccoli frammenti del mio posteriore rincasavano al trotto e tu li escludevi dal soggiorno.
Ho conosciuto la mia giovane amante
Che le figure spettrali della precocità
Si distribuivano lungo il tavolato ove dissezionavi le spoglie del cane.
Mi hai domato in nome di un accordo mai detto,
Hai scavato nel mio ventre stillando flutti biancastri per lenire la sete.

Com’è trasvolato
Il desiderio di una carezza! Erano le falci che imploravo,
Le spighe taglienti che bramavo per azzittirmi;
Già dal mese di marzo non t’avrei più strett’al mio petto ma tu
Chiedevi e chiedevi
Lasciando fuoriuscire dal mio corpo le spighe e le falci, con ogni apparente durezza.

Ami la vita a collo teso, temi la notte come un infante: hai fatto della tua vita un gigante
E della tua gigantesca bocca una pulce creduta indifesa dai tuoi compagni trascorsi.
Quei labbri non mi tengono più,
La tua giostra gracchia e rallenta. Si spostano in cerchio i semi del campo.
Cosa ci aspetta, ora che siamo divisi? questo vello non può tenerci stretti.
Un tempo mi specchiavo alla pozza raccolta dal tuo petto bianco:
Quest’oggi è scavata una fossa
Pel ricordo
Del tuo pranzo avariato.

Album che contiene Ho conosciuto le tue ossa di femmina

album Un giorno il mio principe verrà - CasaUn giorno il mio principe verrà
2009 - Sperimentale, New-Wave, Indie
Guarda il video Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati