CAMERA D'ASCOLTO - Ascolta e Testo Lyrics Matto dell'Imbecille

Brano

00:00
 
00:00

Credits Matto dell'Imbecille

Lyrics: Stefano 'Steso' Longo
Music: Camera d'Ascolto

Testo della canzone

Matto dell'imbecille
Io Non ho scelto di nascer tra mura politiche di una nazione Io sono nato su questo pianeta e ne sono, giuro, anima e cuore
Noi siamo i figli della crisi...di nervi siamo schiavi striscianti e sono stufo di esser pressato e analizzato da te
Siamo scacchi in cravatta attento che ci mangiano scacchi senza speranza ognuno col suo compito
E quando sono incazzato e son fuori è meglio se te ne stai lontano e quando sta per scoppiare la miccia nasconditi li dietro gli occhiali
Perchè gli uomini hanno il problema che non posson piangere mai. Bimbi che muoiono ricchi che ingrassano ordigni che esplodono
Bevi benzina sputa le fiamme scatta una foto e non pensare a me
Mangia la carne sputane il sangue scatta una foto e non pensare a me
Non pensare a me non pensare a me - Camera D'Ascolto

Album che contiene Matto dell'Imbecille

album Figli della crisi...di nervi - CAMERA D'ASCOLTOFigli della crisi...di nervi
2014 - Cantautore, Alternativo, Pop punk
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati