Biografia C.F.F. e il nomade venerabile

Biografia C.F.F. e il nomade venerabile

band
Rock d'autore, New-Wave, Acustico 

Gioia del Colle (BA), Puglia
ventunonervi@libero.it

"I C.F.F. sono per me uno dei migliori gruppi in Italia, con una grande forza e abnegazione" (Paolo Benvegnù).

I C.F.F. e il Nomade Venerabile sono un gruppo musicale italiano originario di Gioia del Colle (BA), nato nel 1999 e formato da Anna Maria Stasi (voce, tastiera, scenografie), Anna Surico (chitarre, pedali, sequenze), Vanni La Guardia (basso, percussioni, seconda voce).
L’acronimo C.F.F. sta per “Concettuale Fisico Fastidio”. “Concettuale” per l’importanza attribuita dalla band alla ricerca sul testo (attraverso l’utilizzo non solo della lingua italiana ma anche francese, tedesca ed inglese); “Fisico Fastidio” per il fatto che il progetto ha sempre travalicato i confini della musica, per intrecciarla, spesso stridendo di contrasti, con il teatro-danza e la video-arte.
Il “Nomade” ed il “Venerabile” sono invece i nomi d’arte dei due ragazzi che, agli esordi, curavano l’aspetto teatrale del gruppo.
Lo stile della band è ispirato al cantautorato italiano (Franco Battiato, Fabrizio De André) e al rock d’autore (Consorzio Suonatori Indipendenti, Scisma, Massimo Volume); sensibili anche le influenze dark-new wave (The Cure, The Sound, Bauhaus).
I C.F.F. hanno dedicato sin dagli esordi particolare attenzione a performance multidisciplinari. La loro formula, sottolineata dal motto “Psychodark Teatro e Distorsioni”, si ispirava inizialmente a personaggi come Fatur e Annarella dei CCCP Fedeli alla linea, per poi lasciare spazio al teatro-danza, grazie all’incontro e alla collaborazione con la danzatrice Anna Moscatelli (“Explorer Collective” / “Joclecio Azevedo” / “Res Extensa”).
L’esordio su disco avviene con il mini-cd autoprodotto “Presa diretta”, live radiofonico del 2002 registrato durante il programma “Vitamine” di ControRadio Bari. Partecipano al Festival “Dietro la Nuca della Città” di Caivano (Napoli) (nel cui cartellone figurano nomi come Goran Bregovic, Elisa e Gotan Project), al “ControFestival” di Bari (insieme, tra gli altri, a Radiodervish e Folkabbestia) e alla tappa di Matera dell’I-Tim tour di Red Ronnie.
Nel 2003, dopo aver vinto il Liberi Tutti Rock Festival di Reggio Calabria e il Festival di Musica Andriese, dopo aver suonato al “Golisano Rock Festival” a Collesano (Palermo) e aver aperto il concerto di Caparezza nell’ambito del “Jumpin’ Rock Festival” di Bari, registrano i brani “Fiumani” e “Satori”, inizialmente pubblicati su cd promo e poi confluiti nel primo cd “Ghiaccio”, presentato al Meeting delle Etichette Indipendenti a Faenza (RA) nel 2004 (anno in cui totalizzano 52 concerti), e poi ristampato nel 2005 da Elleu Multimedia/Banda Larga. “Satori” è selezionato per la compilation “The Best of Indies in Italy” (Eko Music/Audiocoop), distribuita al MIDEM 2006 di Cannes, al fianco di brani di Afterhours, Bandabardò. Il brano “Fiumani” è inoltre selezionato per la compilation “The best of DEMO 2004-2005”, realizzata dallo staff della nota trasmissione di Radio RAI 1. Il videoclip di “Fiumani”, invece, entra a far parte della sezione “Storia del rock indipendente” del sito Kataweb Musica, in collaborazione con l’emittente All Music e con il Meeting delle Etichette Indipendenti.
Seguono svariati consensi in festival, rassegne e concorsi (venti quelli vinti in tutta Italia, tra cui l’A13 Sud Festival di Caianello e il Bariground Festival di Giovinazzo nel 2004, il Festival Roccalling di Roccagorga nel 2006, il Today I'm Rock di Capaccio Scalo nel 2007), nonché attenzioni da parte della stampa specializzata (Rockit, Il Mucchio, Beautiful Freaks, Mescalina, Musicalnews, Ondarock, RockSound, Kronic, Rolling Stone Italia, La Repubblica, Ritual, MusicClub, Rockerilla, La Gazzetta del Mezzogiorno, DarkItalia, LiveRock...) e importanti passaggi e special radiofonici (DEMO - Radio 1 Rai, ControRadio Bari, Radio Onda Rossa Roma, Radio Popolare Milano, Radio Sound City Network, RadiAzioni Ciccio Riccio Brindisi, Indiepercui Radio 103 Rutigliano, Radio Onda d’Urto Brescia, Radiorizzonti Saronno, Radio Afera Polonia, Radio Maipu Santiago del Cile...).
Nel 2005 suonano al “Sziget Festival” di Budapest, in qualità di ospiti insieme a nomi come Korn, Nick Cave, Morcheeba.
Da citare inoltre la partecipazione al “Notti di Poesia - Festival di Cultura Poetica” nel 2004 a Cassano Murge (BA); alla “Rassegna Creativa” di Bologna nel 2005 e all’”Atellana Festival” di Succivo (CE), in qualità di ospiti assieme a Giorgio Canali e Rossofuoco, nel 2005; al Festival “Sulla Scena del Suono” di Foligno (PG) e all’”Orte Rock Festival” di Orte (VT), in qualità di ospiti, assieme a Moltheni, nel 2006; al “VenerElettrica International Female Rock Festival” del 2006 a Perugia, occasione in cui rappresentano l’Italia, dividendo il palco con band provenienti da USA, Ucraina, Francia, Polonia, Lituania e in cui Paola Turci, direttrice artistica del Festival, premia Anna Maria Stasi, come miglior voce della rassegna, dichiarando al Corriere dell’Umbria del 4 Marzo 2006: “Ho visto l’esibizione dei C.F.F. e il Nomade Venerabile: ho apprezzato tantissimo la loro capacità di osare, di oltrepassare i confini della creatività”; alle finali nazionali del “Premio De Andrè” del 2006 a Roma (il brano “Fiumani” compare nell’omonima compilation prodotta e distribuita da Look Studio/RAI Trade); le aperture dei concerti di Marlene Kuntz, Prozac +, Meg, Rosalia De Souza e Giardini di Mirò.
Il 2006 è l’anno di “Circostanze” (Otium Records/Tre Lune Records), presentato in anteprima al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza (RA) e poi al Teatro Kismet di Bari e al Villaggio Globale di Roma.
I brani “Io sono un albero” e “In cima al nulla”, due delle tracce contenute nell’album, sono scelte per la realizzazione di video firmati rispettivamente dalla “OZ Film” di Francesco Lopez (in rotazione su Sky canale 890, Nightchannel.it, R3000 TV Music Channel, BlogTV.it, Cinquestelle - NonSoloMTV) e dalla “Vertigo Imaging” di Enzo Piglionica (già al lavoro con gli Amor Fou per “Il periodo ipotetico” e con Caparezza per “Io diventerò qualcuno” e per “In supposta veritas”, premiato al M.E.I. 2005 come miglior dvd musicale). Alcuni brani dell’album entrano a far parte della colonna sonora di “Ageroland”, film di Carlotta Cerquetti (fotografa, sceneggiatrice e regista italiana, già al lavoro con Cristina Comencini e candidata al David di Donatello nel 1999 con il corto “Fuochino”).
Da citare inoltre la partecipazione al “Festival Pigro - omaggio a Ivan Graziani” nel 2007 presso il Teatro Comunale di Teramo; i premi della critica ricevuti da Ellade Bandini (al “Rock Stock” di Stornara, nel 2007) e da Daniele Sinigallia (al “Musica ControCorrente” di Sezze, nel 2009); le parole di Rosaria Renna di RDS che nel suo blog, in occasione del “Premio Carratta” del 2007, a Ugento, cita Anna Maria Stasi come “una giovane Antonella Ruggiero” per la “sensuale, dolce e potente voce”.
Nel 2008 e nel 2009 sono ospiti del “Festival Aqua Vitae” presso il Castello Svevo di Bari, rispettivamente con i Petrol e con Paolo Benvegnù che, intervistato da Bari Sera, ha affermato “I C.F.F. sono per me uno dei migliori gruppi in Italia, con una grande forza e abnegazione”.
Nel 2009 iniziano a prendere vita i brani del nuovo album “Lucidinervi”. Il gruppo collabora con alcuni tra gli artisti che lo hanno influenzato come Franz Goria (Fluxus, Petrol), Paolo Benvegnù e Guglielmo Ridolfo Gagliano, Paolo Archetti Maestri e Fabio Martino (Yo Yo Mundi) e Umberto Palazzo (Santo Niente).
L’album viene presentato in anteprima in tre concerti: all’ARCI 37 di Giovinazzo, con gli Yo Yo Mundi; all’Alheus di Roma, con Paolo Benvegnù e Casador; al centro sociale Cloro Rosso di Taranto, con i Petrol.
Poco dopo la pubblicazione dell’album, il brano “Amore” si piazza tra i primi dieci posti della classifica “Indie Music Like” (oltre 150 media e new media da tutta Italia votano i brani di musica italiana indipendente preferiti) curata dal Meeting delle Etichette Indipendenti.
La “Vertigo Imaging” realizza il videoclip del brano “Un jour noir” (rilettura in musica di “Spleen” di Charles Baudelaire); Ivano A. Antonazzo quello di “Ho visto Nina volare” (Ivano Fossati / Fabrizio De André), canzone che apre le porte di “Buon compleanno Faber!”, nota rassegna sarda dedicata a De Andrè, con la direzione artistica di Gerardo Ferrara. Sulla cover Paolo Archetti Maestri degli Yo Yo Mundi dichiara al Quotidiano di Bari: “Questa meravigliosa versione che hanno proposto di Ho visto Nina volare non poteva che conquistarci”.
Grazie a tali collaborazioni Anna Maria Stasi è ospite proprio degli Yo Yo Mundi nell’ambito del “Premio Tenco” del 2009 al teatro Ariston di Sanremo, nella stessa serata in cui si esibiscono, tra gli altri, Franco Battiato e Alice.
Nell’estate del 2010 i C.F.F. e il Nomade Venerabile sono ospiti del “RockInDay” di San Vito dei Normanni (BR) e, con Giorgio Canali e Rossofuoco, del “Fonti Distorte Music Festival” di Acquaviva delle Fonti (BA).
Nell’inverno del 2010 registrano la cover di “Santuario” contenuta nell’album-tributo al Santo Niente dal titolo “Generazioni”, pubblicato dalla Disco Dada Records di Bologna a Maggio 2011.
Nell’estate del 2011 sono premiati dalla direzione artistica del “Valle Ofanto Festival” di Margherita di Savoia con la targa “Premio Speciale Matteo Salvatore”, in collaborazione con “Club Tenco”.
In questo stesso anno la collaborazione di Anna Maria Stasi con la compagnia di teatro-danza “Res Extensa” di Elisa Barucchieri, a cui presta voce e movimento scenico, la porta a prendere parte a spettacoli che oltrepassano i confini nazionali, fino ad arrivare al “Betty Pease Theatre” di Ann Arbor (Michigan).
Nell’estate del 2012 “Un lungo viaggio in autostrada”, brano tratto da “Lucidinervi”, entra a far parte della compilation “Rockerella”, progetto ideato da Vanni La Guardia, che raccoglie 18 canzoni di band/solisti nati a Gioia del Colle e che diventa anche un festival di 3 giorni.
Dopo aver collezionato fino a questo punto circa 400 concerti, calcando palchi importanti come quelli del Wake Up (Pescara), Nexus (Terni), Zenzero (Bari), Le Cave Cantieri Culturali (Isernia), Underground Music Club (Latina), centro sociale Depistaggio (Benevento), centro sociale Cartella (Reggio Calabria), Stop Over (Giovinazzo), Ramblas Music Club (Taranto), Island (Matera), Ecoteca (Pescara), Spazio O.F.F. (Trani), Jack'n'Jill (Cutrofiano), Villanova Music Club (Pulsano), Goldoni (Brindisi), Demode' (Modugno), Tunnel (Policoro), Morgana Music Club (Benevento)... e dopo un anno e mezzo di composizione e scrittura, nel 2012 iniziano le registrazioni del nuovo album “Attraverso”, che contiene 13 canzoni. Lo stile musicale del gruppo subisce una virata verso lo stoner e il post-rock mentre i testi ruotano attorno al tema del tempo e, oltre a indagare l’universo più intimista, raccontano i nostri giorni, facendone cronaca a tratti feroce.
La pubblicazione avviene nell’Aprile 2013 ed è anticipata dal video-singolo “Nostra Signora della Neve”. “Attraverso” ha un’ottima accoglienza da parte di pubblico e critica, tanto da essere scelto come “album del giorno” dalla redazione di Rockit. Il tour seguente è presentato con un passaggio del video “Nostra Signora della Neve” su TG3 RAI Puglia.
Nell’estate del 2013 partecipano al “Festival Rockerella”, la cui seconda edizione si unisce al “Gioia Rock Festival” ed è dedicata alla ricerca sulla storia della musica di Gioia del Colle (BA) dagli anni ‘50 in poi (che genera “Rockerella: il Documentario”). In questa occasione eseguono dal vivo con Paolo Benvegnù “Amore” e Anna Maria Stasi duetta con l’ex Scisma in “Cerchi nell’acqua”. Il sito di “XL di Repubblica” dedica in home page un servizio speciale all’evento.
Il 21 Dicembre 2013 pubblicano il singolo “Il mio inverno”, secondo videoclip tratto da “Attraverso”, in cui utilizzano alcune immagini tratte da “Britton, South Dakota 1938-39” di Ivan Besse, per la regia di Vanni La Guardia e Anna Surico.
Nella primavera del 2014 si apre la parentesi “C.F.F.”, durante la quale Anna Maria Stasi e Anna Surico, con la collaborazione di Vanni La Guardia, si affidano semplicemente ad una voce, una chitarra acustica equipaggiata di pedali e loop station, poche percussioni e una Korg Microstation per rivisitare in formazione duo elettro-acustico parte del repertorio dei C.F.F. e il Nomade Venerabile, sfrondandolo, decostruendolo, fino a tornare all’essenziale, a cominciare dal nome abbreviato.
Nei successivi mesi vincono il “Festival Music Week” di Vico Equense (presidente di giuria Andrea Rodini), aggiudicandosi una produzione discografica curata da Max Carola che dà vita al nuovo EP “Al cuore” presentato al M.E.I. 2014 e poi supportato da un tour di 30 date che tocca noti music club quali Blue Dahlia (Marina di Gioiosa Ionica), Drink'n'Roll (San Vito dei Normanni), ARCI Cafiero (Barletta), Cantina Bukowski (Isola del Liri), Absolute (Policoro), Mc Logan (Monte San Giacomo), Tolleranza Zero (Foggia), Linea Gotica (Ferrandina), Chupito (Porto San Giorgio), Storie del Vecchio Sud (Bari), Il Circo della Farfalla (Francavilla Fontana); vincono il “Premio Pierangelo Bertoli” tenutosi al Teatro Carani di Sassuolo (in giuria, tra gli altri, Massimo Cotto, Giancarlo Governi, Paola Gallo e Andrea Scanzi); superano le selezioni live risultando finalisti nazionali per il “Premio De Andrè” a Roma; partecipano alle finali nazionali del “Premio Bianca d’Aponte” presso il Teatro Cimarosa di Aversa e alle audizioni di “Musicultura” presso il Teatro della Filarmonica di Macerata.
Vengono intervistati dalla rivista “L’isola che non c’era” e appaiono sulle pagine di “Classic Rock Italia”. Contemporaneamente, Anna Maria Stasi presta la voce in quattro brani degli Yo Yo Mundi contenuti nel nuovo album “Evidenti tracce di felicità” giunto nella cinquina dei finalisti alle “Targhe Tenco”.
Con il ritorno sul palco di Vanni La Guardia, il 15 Ottobre 2015 viene pubblicato il nuovo album “Canti notturni”, che rientra tra le nuove produzioni discografiche che diffondono la cultura musicale pugliese ammesse a finanziamento da “Puglia Sounds Record 2015”. Il disco viene presentato il 19 Ottobre con uno speciale sulla Gazzetta del Mezzogiorno a cura di Nicola Morisco e con un passaggio su Radio 105, a cui ne seguono altri su Radio Ciccio Riccio Brindisi, ControRadio Bari, Primaradio Piemonte, Cremoniaradio Reggio Emilia, MINI radio web Roma... “Canti notturni” è realizzato anche grazie ad una campagna di crowdfunding su Musicraiser e al contributo di Palazzo Romano Eventi di Gioia del Colle. L’album è prodotto dalla Maxsound Records di Max Carola (già al lavoro con Enzo Avitabile, Franco Battiato, Chick Corea, Aerosmith, Roxette, Inxs... nel suo girovagare tra Londra, Parigi, Amsterdam, Napoli e Berlino), distribuito da Audioglobe ed è anticipato dal videoclip “Come fiori”, che racconta la storia del pugile sinto Johann Trollmann detto Rukeli, presentato in anteprima esclusiva sul sito musicale “Impatto Sonoro” e poi durante la trasmissione “Buongiorno Regione” (RAI 3 Puglia), a cura del giornalista Enzo Quarto.
Il secondo videoclip, “Un paese innocente” (feat. Roberto Angelini), vede come protagonisti la danzatrice Anna Moscatelli e l’attore Michele Stella e viene presentato in anteprima sul sito musicale “Mescalina” e poi sull’emittente televisiva Antenna Sud.
Nel Marzo 2016 i C.F.F. pubblicano il videoclip della cover di “Siberia” dei Diaframma, realizzato su richiesta di un raiser e, nell’estate dello stesso anno, vengono chiamati a suonare al “Cellamare Music Festival”, premiato come miglior festival dell’anno per la Rete dei Festival del Meeting delle Etichette Indipendenti.
Dopo aver approfondito la storia del pugile sinto Johann Trollmann, lavorano alla composizione delle musiche di uno spettacolo teatrale a lui dedicato, intitolato “Il mio inv(f)erno... vita da zingaro”, che viene presentato in occasione della “Giornata della Memoria” il 27 e 28 Gennaio 2018 al Teatro Comunale Rossini di Gioia del Colle, scritto e diretto dal regista Maurizio Vacca, con la produzione di SIC! ProgettAzioni Culturali. Lo spettacolo riceve recensioni molto positive da firme importanti della critica teatrale quali Italo Interesse (Quotidiano di Bari) e Gianni Spinelli (Corriere del Mezzogiorno), nel 2019 vince il “Premio Marubium” a Maruggio (TA) e apre la decima edizione del “Festival Internazionale TeatroLab” organizzato da Etoile - Centro Teatrale Europeo, al teatro Tagliavini di Novellara (Reggio Emilia), evento che gli vale uno speciale sulle pagine del Corriere del Mezzogiorno, “dorso” meridionale del Corriere della Sera, a cura del giornalista Pasquale Caputi.
Il 21 Marzo del 2019, in occasione del ventennale di attività della band (1999-2019), viene pubblicata la raccolta “DiVenti” (contenente due inediti), distribuita gratuitamente su web dall’etichetta Joe Black Production ed anticipata da uno speciale su Radio Capodistria. L’attività promozionale consente a “DiVenti” di ottenere spazi e attenzioni da La Repubblica Bari, Radio Sound City, Radio 103, Radio Città Aperta Roma, Il Quotidiano del Sud.
Nell'estate dello stesso anno, con la collaborazione del batterista Guido Lioi (ex One Way Ticket), suonano al "Giovinazzo Rock Festival", insieme a Diaframma e Zola Blood.

aggiungi ai tuoi preferiti